È diventata decisamente popolare nell’ultimo biennio, complice anche la rapidità di diffusione sui social network e la passione mostrata da diverse celebrità a stelle e strisce. La manicure per cani e gatti è una tendenza in rapidissima ascesa, fatta di lime, smalti atossici, colori e abbellimenti per gli amici quattro zampe. Eppure, da un rifugio inglese giunge un accorato appello: la mania potrebbe essere deleteria per gli animali, soprattutto in caso si facesse ricorso a colorati cappucci per unghie.

A spiegarlo sono i responsabili della Battersea Dogs and Cats Home, nel sottolineare come la tendenza dei cappucci stia sottoponendo cani e gatti a trattamenti per loro stressanti. I proprietari ricorrerebbero a questi piccoli oggetti, solitamente in plastica o gomma, per evitare che i quadrupedi rovinino pavimenti in legno o mobili con le loro unghie.

=> Scopri come curare le unghie del cane


L’appello nasce a seguito del caso che ha coinvolto una docile gatta di cinque anni, recuperata dalla struttura e affetta da problematiche alle zampe, dovute alla presenza di cappucci rossi sugli artigli. Forse poiché non ben applicati, oppure perché compromessi dalla sottostante crescita dell’unghia naturale, i cappucci risultavano completamente bloccati, tanto da richiedere un intervento in anestesia generale per la loro rimozione. Lindsey Quinlan, a capo della sezione felini del centro Battersea, ha quindi colto l’occasione per sensibilizzare i proprietari sulla tendenza in corso, dalle pagine del Telegraph:

È estremamente crudele infliggere tutto questo ai propri gatti, poiché gli impedisce di mostrare il loro naturale comportamento. È preoccupante come questi cappucci per unghie, sia per cani che per gatti, possano essere facilmente trovati su Internet. Gli animali domestici non sono oggetti fashion. Vogliamo diffondere il messaggio che i cappucci per unghie sono innaturali sia per i cani che per i gatti.

=> Scopri perché il gatto graffia i mobili


Negli animali domestici, le unghie forniscono un feedback essenziale dell’ambiente, rimandando informazioni tattili, nonché fungendo da armi di difesa. In caso si fosse preoccupati per la resistenza dei propri mobili, gli esperti consigliano di rivolgersi ai veterinari, sia per la scelta di tiragraffi adeguati che per apprendere le più comuni modalità per la cura e la manutenzione dei loro artigli.

14 luglio 2017
Fonte:
Lascia un commento