Con l’arrivo della stagione estiva si intensifica la presenza di insetti, parassiti e animaletti che possono infastidire i vostri amici cani e gatti. La pelliccia soffice dei quadrupedi di casa è il nascondiglio più ambito, pulci e zecche mirano a succhiarne il sangue provocando reazioni allergiche oppure infezioni gravi. La prevenzione antiparassitaria è spesso la soluzione più rapida e immediata, perché può proteggerli per mesi. Ma può accadere che i vostri amici vengano comunque colpiti e infestati, perciò è utile intercettare subito i segnali della loro presenza. Ad esempio l’atto di grattarsi ripetutamente o leccarsi una zona con molta foga potrebbe indicare la presenza di pulci, oltre all’individuazione di piccolissime uova bianche nel pelo grandi come puntini, quindi escrementi cioè minuscole macchioline marroni.

Per individuare con sicurezza la loro presenza è importante spazzolare il pelo con un pettine a denti stretti: muovendo il manto intorno a collo e pancia si potranno evidenziare le pulci in movimento e i loro residui fecali. La loro presenza può condizionare la salute del cane e del gatto di casa, la loro predisposizione a succhiare avidamente il sangue può favorire molte malattie. Ad esempio anemia, dermatiti allergiche con formazione di croste e perdita di pelo, irritazioni cutanee. Oppure la malattia di Lyme (o Borrelia), causata dalle zecche che si ancorano alla pelle dell’animale succhiando il sangue, quindi duplicandosi in modo rapido.

Per evitare che il vostro animale venga colpito è importante proteggerlo con un antiparassitario, magari uno spot-on, oppure un collare antipulci. Quindi impedire passeggiate in zone incolte e rigogliose di erba e arbusti, oppure camminate nei boschi tra alberi e fogliame, luogo ideale per le zecche. Una protezione ulteriore è data dal lavaggio con appositi shampoo, quindi mantenere pulito l’ambiente domestico, impedendo la proliferazione dei parassiti. Spesso la loro presenza può diventare fastidiosa anche per l’uomo. Per porre rimedio è bene affidarsi sempre ai consigli di un esperto, evitando il fai da te e l’utilizzo di prodotti naturali magari tossici per i nostri amici. Come ad esempio il geranio, l’aglio o la cipolla. Importante utilizzare elementi adatti al benessere dell’animale, che possano proteggerlo senza danneggiarlo.

6 agosto 2014
Fonte:
Lascia un commento