La convivenza con un cane oppure un gatto è, da sempre, considerata una scelta positiva per la salute umana. Ad esempio garantisce un miglioramento dell’umore, l’abbassamento della pressione, favorisce il movimento per le passeggiate insieme, fino alla possibilità di un sonno migliore. Ma la vera novità è la combinazione che vede gli animali di affezione al fianco dei più piccoli. Secondo molti studi, crescere con un animale domestico apporta benefici incredibili nella vita dei bambini. A partire dalla scelta dell’adozione in canile o gattile, un gesto importante che educa al rispetto e alla compassione. E questo li responsabilizza, incentivando un maggiore aiuto nella gestione dell’amico di affezione. Un coinvolgimento importante che li rende maggiormente collaborativi, anche nelle incombenze domestiche quotidiane.

Avere un cane e un gatto spinge all’interazione e, inevitabilmente, al dialogo. Parlando con loro, raccontando fiabe o aneddoti della giornata, i piccini acquisiscono sicurezza divenendo più loquaci, così come sostiene l’Indiana University of Pennsylvania. Un aiuto in più per i bambini che soffrono di balbuzie oppure di semplice timidezza, perché dialogare con Fufi e Fido abbatte lo stress favorendo maggiore sicurezza interiore.

=> Scopri i benefici dei cani sui bambini


Alcuni studi condotti dall’Università di Utrecht, inoltre, hanno confermato come vivere con un animale aiuti i bambini a diventare più indipendenti e sereni, con vantaggi evidenti per l’autostima personale. La vicinanza e l’amore sincero del quadrupede sono una realtà importante, trasformandoli in veri confidenti nei momenti più tristi e di sconforto.

=> Scopri come i cani aiutano i bambini ansiosi


Un altro fattore positivo dato dalla convivenza è la riduzione del rischio di allergia, come sostiene il Medical College of Georgia, che permetterebbe ai bambini di familiarizzare con il pelo del quadrupede. E per finire, la presenza di un cane o di un gatto al proprio fianco, l’osservazione del percorso di vita fino al momento dell’addio, permette ai piccoli di comprendere il significato del ciclo vitale. Formulando domande a tema sia sulla nascita che sulla morte, rendendo meno astratto il momento dell’ultimo viaggio.

26 luglio 2017
Fonte:
Lascia un commento