Cani, gatti e conigli per la pet-therapy a Torino

La compagnia degli animali è sempre benefica, anche per i malati gravi. Proprio ieri si è visto l’amore che un cane infermiere può donare a una bambina con problemi respiratori cronici, di oggi la notizia dell’avvio di un sistema di pet-therapy in quel di Moncalieri, nei pressi di Torino.

Si tratta di una squadra di cani, gatti e conigli, pensati e appositamente addestrati per aiutare sette pazienti in stato semi-vegetativo dell’AslTO5. La particolarità dei due progetti, in avvio già dal prossimo mese, è il supporto che questi animali domestici apporteranno a pazienti in stato di minima coscienza, perché affetti da danni cerebrali gravi come l’emorragia, traumi cranici, paralisi e molto altro ancora.

Il curatore Paolo Guiso, docente di veterinaria, ha spiegato come l’esperimento disporrà di verifiche continue per verificare che il supporto degli amici a quattro zampe davvero funzioni:

«Ogni tre mesi cercheremo di capire se ci sono stati miglioramenti evidenti».

Si tratta di un controllo in itinere che serve anche a un fattore economico: dotarsi di animali addestrati per assistere questi pazienti ha un costo di noleggio di oltre 9.000 euro l’anno. Ma la forza di volontà dello staff, e di molti altri volontari, sembra voler andare oltre a ogni vincolo monetario. Oltre agli animali, infatti, l’equipe è composta da uno psicologo, un etologo, un fisiatra e un fisioterapista. Ma per quale motivo l’apporto della pet-therapy diventa così importante? A spiegarlo è sempre Guiso:

Gli animali, a differenza dei medici e dei malati, non conoscono né riconoscono la disabilità. Sono stimoli allo stato puro per il paziente, fatti di carezze e gesti amorevoli. […] Nessuna terapia riabilitativa è in grado di invogliare i pazienti ad esempio a utilizzare un arto quanto lo possa fare un cane che si avvicina per essere toccato. Non c’è nessuna tecnica migliore della pet therapy per far vincere al malato la diffidenza, per aprire un varco tra lui e il medico».

23 marzo 2012
Fonte:
Lascia un commento