Cani e gatti battuti in intelligenza dai procioni

Si discute spesso dell’intelligenza di cani e gatti, le due specie di animali più diffuse a livello domestico. E il dibattito non manca dal diventare acceso, tra sostenitori dell’uno o dell’altro rappresentante, pronti a elencare le caratteristiche e le qualità dei loro amici a quattro zampe preferiti. Eppure, nell’eterna lotta fra cane e gatto, sembra sia un terzo soggetto quello a conquistare la corona di animale dall’intelletto spiccato: il procione. È quanto dimostrano diversi studi, pubblicati a partire dalla fine del 2017.

Di recente, un gruppo di ricercatori ha cercato di stabilire quale esemplare, tra Fufi e Fido, sia il più intelligente. Il tutto non solo basandosi sul dato biologico – il cane, infatti, dispone di un numero considerevolmente maggiore di neuroni rispetto al gatto – ma anche analizzandone il comportamento, le strategie di vita e molto altro ancora. È quindi emerso come, sebbene Fido dimostri una spiccata capacità cognitiva, anche Fufi sappia cavarsela più che dignitosamente. Eppure, se confrontati con altri animali dalle caratteristiche cerebrali simili, questi due quadrupedi raggiungono performance ben più limitate.

=> Scopri perché i lupi sono più intelligenti dei cani


In particolare, così come svelato da PBS NewsHour, i ricercatori di tutto il mondo sembrano essere del tutto incuriositi dalle peculiarità del procione, un animale dal numero di neuroni del tutto sovrapponibili a quelli del gatto. Questi animali, diffusi soprattutto nel Nord America, si dimostrano decisamente scaltri, capaci di adattarsi ad ambienti diversi, nonché abili nelle loro attività quotidiane grazie alla possibilità di mantenersi momentaneamente in posizione eretta sulle zampe posteriori, analizzando cibi e oggetti raccolti invece con quelle anteriori. Attività che, nonostante un cervello dalle caratteristiche simili, cani e gatti non sono ancora riusciti a conquistare pienamente.

Interrogata sul tema, la neuroscienziata Suzana Herculano-Houzel ha confermato l’intelligenza raffinata dei procioni:

Il grande numero di neuroni che troviamo nella corteggia cerebrale del procione spiega le credenze su questo animale. Spiega quanto queste piccole creature siano incredibilmente ingegnose, nonché quanto siano brave nel risolvere i problemi nella ricerca del cibo.

=> Scopri perché il Border Collie è il cane più intelligente


In ogni caso, cercare di confrontare cani, gatti e altre specie potrebbe essere difficile, se non impossibile. Lo spiega Brian Hare, fondatore del Canine Cognition Center della Duke University:

Chiedere quale specie sia più intelligente è come chiedere se il martello sia uno strumento più utile del cacciavite. Ogni strumento è progettato per un problema specifico, quindi tutto dipenda dalla tipologia di problemi che questi animali si trovano a risolvere.

4 maggio 2018
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento