Cani e gatti: 10 regole per un’estate serena

Per trascorrere un’estate all’insegna della tranquillità e della sicurezza, è indispensabile non trascurare gli animali di affezione, che meritano cure e attenzioni quotidiane e sempre presenti. Cane e gatto amano divertirsi e rilassarsi in vacanza, in compagnia del proprietario, ma possono patire afa e caldo, quindi cadere vittime di malori e svenimenti. Perché il periodo estivo possa procede in tranquillità è bene seguire una serie di regole, una sorta di decalogo da applicare così da agevolare la serenità degli amici di affezione.

Cibo

Dopo ogni pasto è importante svuotare la ciotola da residui, lavarla e asciugarla correttamente così da evitare la proliferazione di batteri. Il calore e il caldo favoriscono la decomposizione rapida degli avanzi, quindi la proliferazione anche di muffe nonché la presenza di insetti come mosche, larve e formiche. L’animale potrebbe ingurgitare il tutto per errore con conseguenze per la salute.

Parassiti

Gattino

Il caldo favorisce la presenza di parassiti come zecche e pulci, ma anche le punture di zanzare e pappataci che possono veicolare malattie dannose per l’animale. Massima attenzione durante le passeggiate e le escursioni in zone paludose, acquitrini stagnanti e campi con erba incolta. L’animale deve sempre contare su una protezione data da una profilassi antiparassitaria, come collari antipulci, vaccini e spot-on.

=> Scopri i sintomi dei vermi nel cane


Afa e caldo

Importante non effettuare passeggiate ed escursioni durante le ore più calde: non è bene lasciare l’animale chiuso in auto sotto l’azione del sole oppure sul balcone o la terrazza, quindi in giardino senza un riparo adeguato e dell’acqua fresca. Il colpo di calore è quasi assicurato: il cane potrebbe stare male, svenire, avere le convulsioni e collassare. Meglio intervenire subito rinfrescandolo con acqua (non gelata) per poi condurlo dal veterinario più vicino.

Passeggiata

Cane

La sgambata deve avvenire nelle ore più fresche della giornata, mattina e sere, e al rientro è meglio controllare il corpo del quadrupede. Se l’animale ha attraversato un campo pieno di forasacchi, non è anomalo che qualcuno possa essersi insinuato sotto pelle, nelle orecchie e nel naso. Meglio avvisare il veterinario se l’amico dovesse mettere in atto comportamenti anomali, come starnuti continui, scuotimento di testa e leccate forsennate.

=> Scopri l’emergenza caldo per i gatti


Aria condizionata

Un buon circolo d’aria casalingo può favorire un ambiente fresco, ma l’esposizione diretta a correnti d’aria, ventilatori e aria condizionata può agire negativamente sul benessere del quadrupede. Gli sbalzi di temperatura possono favorire malori e svenimenti.

Auto e viaggio

Cane sulla barca

Per raggiungere la meta delle vacanze, o per una semplice escursione, è importante viaggiare tenendo conto delle esigenze del quadrupede. L’auto dovrà proporre una temperatura adeguata e fresca, non dovrà mancare una ciotola con acqua da fornire all’occorrenza e la guida dovrà risultare calibrata e soft. L’amico potrebbe soffrire il mal d’auto, con tanto di vomito, ansia e panico. Nell’eventualità di un viaggio in nave, treno o aereo, è giusto informarsi per tempo sulle condizioni imposte delle rispettive compagnie.

=> Scopri se l’aria condizionata fa male agli animali


Valigia

Anche Fido e Fufi devono poter viaggiare sereni e sicuri, contando sulla presenza di una valigia personalizzata che contenga giochi, copertine, cuscini, cucce, cesti comodi. Quindi trasportini, accessori vari come guinzaglio, pettorina, museruola, libretto con vaccinazione aggiornate, cibo, ciotole e medicinali.

Spiaggia

Cane e sole

La vita in spiaggia è una delizia anche per i quadrupedi, ma è importante usufruire solo degli spazi consentiti all’accesso degli animali di affezione o rispettare gli orari per la frequentazione sicura. L’amico andrà sempre monitorato per evitare problematiche di salute, accompagnandolo sempre in acqua senza obbligo e costrizione.

=> Scopri i consigli contro l’afa per cani e gatti


Montagna

Passeggiate ed escursioni sicure anche in montagna: l’animale dovrà percorrere sentieri facili gestito con guinzaglio e pettorina, quindi con la giusta protezione antiparassitara. L’amico andrà monitorato, in particolare in zone con strapiombi e crepacci, o con presenza di animali selvatici.

Controlli

Gatti

Prima di partire per le vacanze, in Italia o all’estero, è bene condurre l’amico dal veterinario per un controllo delle sue condizioni di salute. Specificando allo specialista i vaccini effettuati e l’eventuale meta di destinazione, oppure la presenza di qualche problematica fisica.

13 agosto 2018
Immagini:
Lascia un commento