I cani Adonis e Apollo sono stati tristemente abbandonati insieme presso un canile in Texas. L’ex proprietario non si è curato della loro giovane età, solo un anno e mezzo, ma li ha consegnati senza ritegno. Il rifugio, uno di quelli con tassi di soppressione elevata, era quasi al completo e i due cuccioli avrebbero rischiato la vita. Ma la loro presenza ha catturato l’attenzione di Cindy Droogman, a capo dell’ A-Team Elite Rescue Dogs. La donna si è imbattuta nell’immagine dei due fratelli, vicini l’uno all’altro, fermi in un forte abbraccio alla ricerca di protezione e sicurezza. Per questo ha deciso di farli trasferire presso la sua organizzazione a Long Island, nello stato di New York, negli Stati Uniti. I due tremavano di paura e cercavano supporto l’uno nell’altro, nella vicinanza reciproca e nella presenza continua.

Il gruppo – che prende nome da Amelia, il primo cane tratto in salvo – ha fatto visitare accuratamente i cuccioli da un veterinario di New York che ha riscontrato la presenza della filaria. Probabile causa del loro abbandono, malattia molto diffusa proprio nei cani presenti in Texas. I cuccioloni sono ora sotto cura e trattamento, così da diminuire gli effetti della patologia. Per tutto il tempo, durante le visite e i trasporti, i due cani non si sono mai separati.

=> Scopri il Pastore Tedesco


Un’unione e un legame molto forte, cementata dal triste abbandono. Per questo motivo Cindy sta cercando per loro un’adozione di coppia, per impedire che una possibile separazione li getti nel panico e nel dolore.

=> Scopri la filaria nel cane


Una missione forse complicata e ardua: accudire un cane è bello e riempie di gioia, ma adottarne due può risultare oneroso e difficile, se inesperti. La donna, tuttavia, non si vuole perdere d’animo e spera che la diffusione della loro storia, tramite i media e i social network, possa fare breccia nei cuori della famiglia più adatta ai due piccoli. Del resto i fratelli possiedono un animo pacifico e un’indole delicata, adatta a ogni tipo di convivenza sia con altri animali che con i bambini.

26 aprile 2017
Fonte:
Lascia un commento