Cani ed elezioni, da Mario Monti a Silvio Berlusconi

Michela Vittoria Brambilla rischia di perdere la prima posizione del podio fra i politici più circondati da cuccioli a quattro zampe. L’ex ministro, da tempo impegnata nella salvaguardia degli animali, nelle ultime settimane è in buona compagnia: da Silvio Berlusconi a Mario Monti, quasi tutti i candidati Premier alle prossime elezioni si sono mostrati in compagnia di piccoli e grandi cani.

L’ultimo in ordine di tempo è Mario Monti, fresco di adozione di un bellissimo cagnolino bianco ribattezzato “Empatia”. Il tutto è accaduto ieri sera durante la messa in onda de Le Invasioni Barbariche, programma culto di La 7 condotto da Daria Bignardi, dove il Premier uscente ha fatto conoscenza con il cucciolo optando per la sua adozione definitiva. Nata come simpatica risposta alle immagini circolate di Silvio Berlusconi, Monti ha confessato di essere da tempo un amante dei cani, avendone accuditi ben tre negli ultimi trent’anni.

>>Scopri come adottare cani e gatti a Milano

Silvio Berlusconi è stato invece immortalato, e pubblicato su Facebook, in compagnia di Puggy, il cagnolino di Michaela Biancofiore. Il cucciolo è stato definito il simbolo della “rinascita” del PDL, perché “crescerà insieme a noi e al nostro consenso”. Consenso canino che pare essere stato accordato anche a sinistra, considerato come nemmeno Pier Luigi Bersani si sia fatto mancare l’ormai tradizionale foto di rito con un cagnolone.

E infine Beppe Grillo, il portavoce del Movimento Cinque Stelle che per la campagna elettorale ha scelto di evitare i media di comunicazione classici per dedicarsi alla Rete e agli incontri di piazza. Così come riportato sull’Huffington Post, il comico è stato avvistato ad Agrigento con il bull dog Stefano, definito come “l’unico rappresentante del Partito della Rabbia”.

>>Scopri come aiutare un rifugio per cani

Insomma, per le Elezioni 2013 i cani hanno fatto breccia nel cuore di molti politici. Sarà il tempo a dire se si sarà trattato di vero amore o, forse, di qualche strategia di comunicazione per catturare le attenzioni di opinione pubblica e animalisti.

7 febbraio 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento