I nostri amici cani hanno bisogno di cure e affetto, in particolare quando sono sofferenti o cadono vittime di malattie di varia entità. Alcune razze in particolare, specialmente quelle più pure, sono predisposte per alcune malattie genetiche. Questo implica una maggiore attenzione nella cura della salute dei nostri amici, tenendo in considerazione questa predisposizione ad ammalarsi.

>>Impara a riconoscere un cane sordo

Non è detto che ciò avvenga in automatico, ma è un’ipotesi da non sottovalutare o scartare. ad esempio alcune razze di cani sono colpite maggiormente dai problemi cardiaci, come i Boxer, i Cavalier King Charles Spaniel e i Bulldog. Possono subire un deterioramento del cuore ma anche delle malformazioni congenite.

Per quanto riguarda i disturbi cutanei le razze più colpite sono o West Highland White Terrier, i Golden Retriever, i Bull Terrier, i Beagle e ancora i Boxer. Dalle dermatiti allergiche alle cisti, dai mastocitomi ad alcune forme tumorali della pelle. Lo sfogo cutaneo e l’infezione avvengono con modalità diverse per ogni razza, ma la percentuale che ciò accada è sempre molto alta. Invece i Bassotti sono predisposti per il diabete.

>>Scopri come curare il diabete di cani e gatti con Vet Pen

Moltissime le razze che subiscono un deterioramento dell’anca, la famosa displasia, che procura zoppia agli arti posteriori. Ma anche paralisi in caso di età avanzata, oppure conseguente a un aumento eccessivo di peso. Tra le più colpite di sicuro il Pastore Tedesco, i Labrador, i Rottweiler e i Levrieri. I primi due, tra l’altro, sono spesso vittime dell’epilessia, insieme a Beagle e Cocker Spaniel Inglese.

Per quanto riguarda i disturbi oculari, dalla cataratta, alle ciglia troppo lunghe, alle ulcere fino alla cecità, possiamo annoverare i Border Collie, i Boxer, i Chow Chow, i Cocker Spaniel Americano e Inglese, i Doberman, i Pechinese, i Barbone, i Rottweiler e gli Schnauzer Gigante, Medio e Nano.

Per i problemi alla schiena e alla colonna vertebrale segnaliamo i Beagle, il Cocker Spaniel, i Bassotti e i Pechinesi. Mentre la sordità colpisce con più frequenza i Bull Terrier, quasi sempre quelli dal manto bianco, e i Dalmata. Ovviamente queste sono indicazioni di massima, non una regola base e definitiva, ma che andremo a conoscere nel dettaglio nelle prossime puntate.

Tutte le informazioni sono tratte da “Il cane, manuale d’istruzioni”, pubblicato da Kowalski Editore.

18 aprile 2013
Lascia un commento