L’alimentazione del cane e del gatto, proprio come quella umana, deve seguire delle precise regole, affinché vi sia un buon equilibrio fra tutte le sostanze nutritive di cui gli animali hanno bisogno. Ma come capire se una dieta apparentemente equilibrata sia in realtà sufficiente a provvedere alle necessità di Fido e Micio?

>>Scopri come scegliere il cibo per gatti

La giusta dieta è sempre difficile da raggiungere e, purtroppo, cani e gatti non parlano e non comunicano il loro disagio alimentare al proprietario. Vi sono segnali però, elaborati dalla redazione di PetMD, che potrebbero indicare come gli animali desiderino delle pappe diverse e differenziate. Di seguito, la lista.

>>Scopri come scegliere il cibo per cani

  • Pelo brutto: il primo effetto di un’alimentazione non pienamente corretta è un brutto manto di Fido e Micio. In commercio esistono pasti pensati proprio per migliorarne il pelo, come quelli ricchi di omega 6 e omega 10;
  • Debolezza e letargia: se l’animale dovesse dimostrare spossatezza o dovesse dormicchiare più del dovuto, è tempo di cambiar dieta aggiungendo maggiori antiossidanti.
  • Anzianità: cani e gatti anziani hanno bisogno di diete specifiche per passare al meglio la loro terza età. In questo caso, le calorie giornaliere si riducono, ma aumentano sensibilmente i minerali e le fibre;
  • Obesità: un animale grasso ha bisogno di cure alimentari specifiche, dal basso contenuto calorico ma ricche di minerali, vitamine e proteine;
  • Intolleranze alimentari: se il cane e il gatto dovessero presentare flatulenza, inappetenza, vomito, dermatiti e cattiva digestione, è tempo di cambiar la pappa. Con l’aiuto del veterinario, si potranno capire i cibi a cui il cucciolo di casa è intollerante, per eliminarne ogni traccia dai suoi pasti;
  • Prurito: anche il prurito può essere ricollegato a una cattiva nutrizione, soprattutto in caso di pelo incline alla caduta o dermatiti già in corso.

5 marzo 2013
Fonte:
Lascia un commento