Vacanze e animali domestici, un connubio non sempre facile. Quante volte sarà capitato di programmare una settimana di ferie e di dover rinunciare alla propria meta preferita per l’assenza di strutture di accoglienza per animali? Un problema che da oggi diverrà sempre meno frequente, grazie alla nascita del portale Vacanze A Quattro Zampe.

Il sito, che si propone di fornire tutte le informazioni per cani e gatti a ridosso con le ferie, è stato presentato ieri a Roma alla presenza del sottosegretario alla salute Adelfio Cardinale e dell’ex Ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla.

Alberghi, pensioni, ristoranti, campeggi, strutture ricreative e di ristoro, residence, spiagge e piscine aperte ai cani: sono questi gli argomenti di cui si occuperà il portale, attualmente in via d’attivazione, per consentire ai 22 milioni di italiani possessori di un animale domestico di passare dei momenti di pieno relax in compagnia dei loro amati amici a quattro zampe. Un progetto che sarà utile anche in termini di randagismo: è proprio a ridosso con l’estate che aumentano i fenomeni di abbandono, molti fomentati appunto da strutture turistiche poco ricettive delle necessità degli animali.

Il grande database, a cui partecipano anche le associazioni di categoria come Federalberghi, Federturismo, Assoturismo, e la Federazione degli esercizi pubblici, è stato presentato da Cardinale come una vera e propria opportunità per l’Italia:

«La difesa dei diritti degli animali è una questione di civiltà. Ho voluto che questa Federazione facesse parte di un tavolo istituzionale. Abbiamo già stilato un programma, di cui questa campagna è solo il primo passo. E credo che la mia Iana senza pedigree, un incrocio tra Lupo e Akita Inu, sarà contenta. L’idea è di creare una nuova arca di Noè, con l’ideazione di azioni coerenti che si possano poi replicare.»

L’esponente del PDL Brambilla, già nota per il suo impegno nei confronti degli animali comprese le recenti proteste su Green Hill, ha così commentato:

«Finalmente in questo Paese si sta tentando di cambiare le coscienze in atto. E questo sito avrà qualche merito nel contribuire a questo salto culturale.»

11 maggio 2012
I vostri commenti
marco negrato, martedì 7 maggio 2013 alle15:48 ha scritto: rispondi »

troppo forte!!!

Lascia un commento