Cani e gatti dei clochard ammessi ai dormitori di Milano

Milano apre le porte dei dormitori pubblici ai clochard e ai loro amici a quattro zampe. Per la prima volta la giunta milanese si dimostra sensibile nei confronti dei piccoli quadrupedi, spesso al fianco di chi non possiede più una casa. Un segno importante che apre le danze nei confronti di una rinnovata accoglienza e una maggiore sensibilità.

È un’esperienza interessante che segue l’input iniziato l’anno precedente dal Comune di Milano, con un sempre presente interesse e maggiore aiuto nei confronti dei senza tetto. Dopo il gelido inverno 2011 e una collaborazione fitta tra giunta e cittadini, in favore dei senza tetto. Per questo inizio stagione, con la prima neve, il Sindaco Giuliano Pisapia ha deciso di aprire le porte dei dormitori anche ai cani.

Molti i clochard per strada che vivono una vita difficile, alleviata solo dalla presenza di un amico a quattro zampe. E spesso molti di loro si sono visti costretti a rifiutare un letto nei dormitori comunali, perché vietati ai loro cani. Ma finalmente ora potranno trovare rifugio insieme per la notte. L’iniziativa ha visto in prima linea anche Bologna, con cucce apposite per i cani dei senza fissa dimora.

Il progetto, ribattezzata Piano freddo, sarà in vigore fino al 31 marzo. Vedrà la collaborazione del Comune, dei dormitori pubblici sparsi per la città, associazioni di volontari e cittadini e dell’assessorato alle Politiche Sociali pronto a stilare un regolamento speciale per tutte le strutture che accoglieranno i senzatetto.

11 dicembre 2012
I vostri commenti
Viola Yael, venerdì 19 agosto 2016 alle15:39 ha scritto: rispondi »

Ciao Franca, prova a rivolgerti direttamente in Comune. Sono certa sapranno fornirti maggiori indicazioni, ma tienici aggiornati. grazie

franca, lunedì 25 luglio 2016 alle21:51 ha scritto: rispondi »

Buonasera sapete darmi indicazioni su dormitori in Milano che oltre ai padroni accolgano anche i cani dei senzatetto? Ho promesso ad un giovane con il suo cane che mi sarei informata. Questo ragazzo insieme al suo amico dormono in una tenda che ogni volta devono smontare e montare x la notte il ragazzo pur di non lasciare solo il suo amato compagno dorme con lui ma sincemente se potessero dormire tranquillamente entrambi non dispiacerebbe a nessuno dei due. attendo qualche indirizzo anche tel per poter contattare Grazie

Willy, domenica 9 febbraio 2014 alle18:24 ha scritto: rispondi »

Dopo aver parlato con alcuni clochards, in centro a Milano che dichiarano che non vengono ammessi nei dormitori con i loro cani, mi chiedo se hanno mentito, se sono solo disinformati o se hanno ragione... Potete rassicurarmi in merito??? Febbraio 2014

marcogrigis, martedì 7 maggio 2013 alle15:54 ha scritto: rispondi »

Ciao, la notizia risale al 9 dicembre ed è stata pubblicata da molte testate nazionali e siti di settore (dal TGCom ad Attualissimo, ti consiglio di fare una ricerca con la chiave "Milano clochard cani" per capire quante siano. Una su tutte http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/articoli/1072511/milano-fa-un-regalo-di-natale-ai-clochardi-loro-cani-verranno-ammessi-nei-dormitori.shtml ). Attenzione, però, perché l'assessorato alle Politiche Sociali "sta già lavorando per mettere a punto un regolamento speciale", regolamento che oggi non pare essere ancore in vigore. Ecco perché, forse, presso le strutture che citi il servizio non risulta attualmente attivo.

Benedetta Brugia, martedì 7 maggio 2013 alle15:54 ha scritto: rispondi »

Posso sapere dove avete avuto questa notizia? Nella pagina dell'assessorato alle politiche sociali del comune di milano, dove si fa riferimento al piano grande freddo, non se ne fa cenno. Inoltre stamani abbiamo chiamato i numeri dei centri accoglienza (ortles e centrale) e non ne sanno assolutamente nulla, negano che il servizio sia attivo. La notizia è stata verificata? e se sì, da che fonte? grazie.

Lascia un commento