Si chiama ipertermia ed è comunemente conosciuto come colpo di calore, colpisce il cane se soggetto a temperature elevate, caldo e afa. Per prestare soccorso in modo tempestivo è importante riconoscere subito i sintomi e i segnali d’allarme. Non potendo sudare, se non attraverso naso e zampe, il cane non espelle lo stato di calore interno e dichiara il suo caldo ansimando. Solitamente più il respiro appare affannoso più il cane prova calore e sta male.

>>Scopri come aiutare i gatti contro il caldo

I sintomi principali del colpo di calore sono: la temperatura rettale alta, le gengive color rosso scuro, la respirazione molto affannosa, la bocca e la gola secche e la saliva densa. Il cane risulta letargico, vittima di vertigini e capogiri, non riesce a stare in piedi oppure ad alzarsi. Infine potrebbe essere vittima di svenimenti e perdita di conoscenza.

In caso di questi sintomi, o di un sospetto colpo di calore, è bene intervenire subito. Come? Allontanando il cane dal sole, magari ponendolo sotto un riparo fresco e ventilato. Quindi inumidendo il pelo con acqua fresca e stracci bagnati, senza utilizzare acqua troppo ghiacciata. Fornendo una ciotola dove possa bere, ma senza forzarlo, quindi raggiungendo il veterinario di fiducia.

>>Scopri come trasportare un cane in auto durante l’estate

La parola d’ordine è prevenire lo stato di calore eccessivo, ad esempio evitando di lasciare il cane in macchina. Anche con i finestrini aperti l’abitacolo potrà trasformarsi in una trappola rovente, quindi mortale per Fido. Mai fare sport o passeggiate durante le ore più calde, in particolare se il cane è in sovrappeso e sofferente. Concedergli tutto il relax possibile, all’ombra di un albero o in una zona arieggiata della casa. Il colpo di calore può essere preso in tempo, ma se eccessivo potrebbe favorire problemi di salute e anche condurre alla morte.

20 giugno 2013
Lascia un commento