Cani compagni preferiti per guardare Netflix

Lo streaming di contenuti video è ormai entrato di diritto fra le abitudini quotidiane: sempre più appassionati, anziché affidarsi al classico palinsesto televisivo, preferiscono approfittare di contenuti on-demand direttamente dalla poltrona di casa. Una consuetudine non condivisa con il partner o con gli amici, però, bensì con il cane: è quanto dimostra una survey condotta da Netflix negli Stati Uniti.

Secondo quanto reso noto dal colosso dello streaming, il 71% degli abbonati a stelle e strisce preferisce il cane a qualsiasi altro compagno di visione, quando si tratta di guardare un film o la serie TV preferita. Forse perché il quadrupede non interrompe la trama con i suoi commenti o, ancora, poiché è decisamente poco incline agli spoiler. Non è però tutto, poiché in totale ben l’84% dei consumatori conferma di approfittare dello streaming in compagnia di Fido o di Fufi, sottolineando quanto la tendenza sia diffusa.

=> Scopri quando i cani guardano la televisione


Nel dettaglio, per il 28% degli intervistati il cane offre conforto durante le scene più tristi, mentre il 27% chiacchiera con il quadrupede illustrando cosa stia accadendo sullo schermo. Ancora: il 47% del campione ha cambiato luogo di visione affinché l’animale possa accucciarsi in modo più comodo, il 17% ha attirato Fido con coccole e croccantini per evitare fugga prima della fine delle visione, mentre il 13% interrompe show che non sembrano essere graditi all’amico a quattro zampe.

=> Scopri la televisione per cani


Tra i programmi Netflix più gettonati per la visione a quattro zampe, Stranger Things è il più amato dagli animali scodinzolanti. Seguono Narcos e Daredevil, mentre gli amanti dei gatti preferirebbero Black Mirror o Star Trek Discovery. Rilevazione singolare, Orange Is The New Black sembra essere il più amato da chi possiede un uccellino. In ogni caso, la visione di contenuti e serie TV in compagnia del cane andrebbe sempre scelta se l’esemplare non dimostra stress o noia nel rimanere davanti allo schermo, preoccupandosi di non alzare troppo il volume, dato il delicato udito di cani e gatti.

9 aprile 2018
Fonte:
Lascia un commento