La moda dei cani da borsetta si riflette anche sul numero di abbandoni. Realizzato come un piccolo esemplare sia tutt’altro che un accessorio, bensì un essere vivente bisognoso di cure e attenzioni, crescerebbe il numero di persone decise a sbarazzarsi dell’amico a quattro zampe. È quanto svelano i dati dell’associazione Blue Cross, una realtà del Regno Unito che da sempre si occupa del recupero e della tutela degli animali in difficoltà. A quanto pare, dall’esplosione della mania dei cuccioli da borsetta, l’abbandono di razze come Chihuahua e Yorkshire sarebbe aumentato di 120 punti percentuali.

La moda del cane di piccole e piccolissima taglia è stata lanciata, ormai da quasi un decennio, dalle star hollywoodiane: da Paris Hilton a Britney Spears, sono molte le dive pop che decidono di accudire Chihuahua e Yorkshire. Ma mentre i cani delle star vivono nel massimo del lusso, con cucce con tutti i comfort e spesso personale apposito dedito al loro benessere, così non avviene fra le persone comuni. Stando a quanto spiega Blue Cross, la scelta di un quadrupede di piccole dimensioni spesso risponderebbe solo al desiderio di inseguire una moda, senza una reale preparazione sulle esigenze dell’animale. Sulla base di un sondaggio condotto nel Regno Unito, è emerso come il 38% dei proprietari abbia dedicato in ricerca e studio poco meno di una settimana prima di acquistare un cane, un dato preoccupante se si considera come l’utente medio spenda più settimane per considerare l’acquisto di un nuovo smartphone o di un tablet. Di questi, il 18% ha ammesso di aver agito d’impulso nel momento di accogliere un cucciolo in casa. Così ha spiegato Kellie Brookes, Manager del Blue Cross Rehoming Centre:

Purtroppo le persone pensano che questi piccoli cani non comportino grandi problemi d’accudimento: è spesso troppo tardi quando realizzano di non avere tempo a sufficienza per occuparsi di loro.

In realtà, nonostante le dimensioni contenute, questi animali necessitano di cure costanti, nonché di esercizio e di un training adeguato per gestire il loro comportamento. E così, proprio per le difficoltà di gestione, aumenterebbero gli abbandoni. Fra le cinque razze più coinvolte, Yorkshire, Chihuahua, Cavalier King Charles Spaniel, Bichon Frise e Shih Tzu. Gli esperti dell’organizzazione raccomandano di informarsi a fondo prima di accogliere in casa un nuovo esemplare, non solo cercando informazioni online, ma anche parlando con esperti e con il proprio veterinario: l’amico a quattro zampe non è infatti un accessorio.

14 luglio 2015
Fonte:
Lascia un commento