Il benessere del cane passa anche attraverso la ciotola delle bevande, solitamente ricolma di acqua fresca da cambiare con costanza. Eppure, per rendere il pasto più particolareggiato, c’è chi cede a qualche capriccio del quadrupede, fornendo bevande non totalmente adatte alla sua salute. Farsi impietosire da uno sguardo languido, arrendersi a due occhi supplichevoli, non è sempre un bene. In commercio si possono trovare innumerevoli bevande e bibite per l’utilizzo umano, ma spesso sconsigliate per il consumo canino. La prima è la più classica di tutte: il latte, non sempre ben tollerato dal quadrupede. L’immagine classica la vuole come bevanda prediletta per i cuccioli, ma il cane potrebbe non gradire perfettamente il lattosio presente con conseguenze fisiche come diarrea, vomito e flatulenza. Inoltre, la presenza di molti grassi potrebbe condurre l’animale verso l’obesità e la pancreatite.

Anche gli alcolici sono altamente sconsigliati, perché fortemente tossici, con conseguenze anche mortali. Lo stesso vale sia per il tè che per il caffè, che non sono adatti a Fido: la caffeina o teina contenute incidono negativamente sul benessere dell’animale causando vomito e diarrea, tachicardia, affanno, quindi tremori, convulsioni e possono condurre alla morte. Vietata anche la soda, bevanda per il consumo umano, ma non per quello canino perché ricca di additivi non tollerati dall’animale. Nonostante sia risaputo come alcune bevande non siano salutari per lui, in molti le spartiscono con il cane e versano nella sua ciotola liquidi non conformi alla sua salute. Un altro esempio sono le bibite sportive, ricche di sodio, vitamine ed elettroliti. Seguite dal latte o acqua di cocco, che può favorire problemi intestinali e di salute, vista l’alta presenza di potassio.

=> Scopri cosa beve il cane


Per finire, è indispensabile chiudere a chiave alcuni prodotti chimici che l’animale potrebbe testare per curiosità, come ad esempio detersivi, detergenti, diluenti, vernici, cosmetici e il temibile antigelo. Quest’ultimo può avvelenare l’animale e favorire l’insufficienza renale, senza un intervento rapido il cane potrebbe soccombere. Poi, è bene evitare di dissetare il quadrupede con succhi di frutta o centrifugati di verdura, non adatti per il suo benessere, in particolare se contemplano la presenza di avocado, uva, pomodoro, funghi, cipolla, ciliegie, asparagi e molti altri. Unica e insostituibile, l’acqua è l’unica bevanda da offrire al cane di casa.

3 febbraio 2017
Lascia un commento