Cani e autunno: 5 problemi comuni

L’autunno è un periodo di transizione importante, una stagione in apparenza mite che conduce al più rigido inverno. Se durante l’estate abbiamo imparato a rinfrescare il cane, aiutandolo a prevenire colpi di calore e svenimenti, la stagione autunnale è in realtà più ostica perché ricca di insidie e pericoli silenti. A partire dal balletto perenne delle temperature, per poi passare ai cambi continui del meteo, una condizione sicuramente disagevole per il quadrupede che è bene tenere al sicuro, al caldo e protetto.

Allergia

Con l’autunno possono crescere una serie di piante e fiori tardivi, ma anche muffe e pollini in gradi di produrre allergie di varia natura sia per l’uomo che per il cane. Il quadrupede potrebbe sviluppare una sensibilità particolare nei confronti di questi elementi, per questo è bene pulire il manto con la salvietta ogni volta che rientra da una passeggiata. Se l’allergia dovesse peggiorare, è giusto consultare il veterinario.

=> Scopri come contrastare pulci e zecche


Parassiti

Cane che ride

Nonostante le temperature meno calde, le zecche possono persistere con la loro dannosa presenza e, vista la scarsità di animali per via dei primi letarghi, possono puntare direttamente al cane. Meglio prestare attenzione durante le passeggiate nei boschi e negli spazi verdi con l’erba troppo alta: questi parassiti possono muoversi e colpire indisturbati. In caso di presenza sul corpo del cane è bene rimuoverle con l’apposita pinzetta e con i giusti movimenti, per questo è meglio chiedere al veterinario per un supporto adeguato.

Veleni

Anche topi e roditori, con i primi freddi, si muovono alla ricerca di spazi più caldi come gli anfratti nel giardino e le abitazioni. In caso di presenza è bene chiedere aiuto a un esperto: il fai da te con veleni e topicidi potrebbe rivelarsi letale anche per il cane, che finirebbe per ingurgitare la sostanza tossica. In caso di ingestione sospetta è importante condurre immediatamente Fido dal veterinario, per una lavanda gastrica urgente.

=> Scopri cosa fare se il cane mangia il veleno per topi


Piscine coperte

Cane

Per chi possiede una piscina in giardino, di quelle interrate, la stagione autunnale ne impone la copertura con un telo protettivo. Le piogge potrebbero rendere la superficie scivolosa e, se abbondanti, favorire la produzione di pozzanghere dove il cane potrebbe finire incastrato anche per lungo tempo. Meglio recintare la zona e impedire che Fido si avvicini.

Dolciumi

Con l’autunno prendono il via le preparazioni per il Natale, i primi festeggiamenti con relativa produzione di dolci e pietanze succulente. La casa potrebbe così riempirsi di prodotti pericolosi per il quadrupede, come il temibile cioccolato ma anche uva e uvetta, davvero tossiche per la sua salute. Perché Fido non finisca in clinica è meglio chiudere nell’armadietto più alto tutto ciò che potrebbe rivelarsi dannoso per la sua salute, evitando di consegnargli avanzi e cibi destinati al consumo umano.

11 ottobre 2018
Lascia un commento