Secondo alcuni dati emersi recentemente, i cani antidroga presenti all’interno dell’aeroporto di Manchester si sarebbero dimostrati bravissimi nell’individuare cibo, formaggi e salumi. Un po’ meno invece nello scovare droga e stupefacenti, ovvero il ruolo per cui sarebbero stati addestrati. Gli stessi ispettori che affiancano i quadrupedi hanno sottolineato come, negli ultimi sei mesi sul campo, gli animali non abbiano individuato nessun bagaglio sospetto, oppure un transito illegale di droga. Ma, a quanto pare, si siano dimostrati bravissimi nell’intercettare formaggi, salumi, cibo vario nascosto all’interno dei borsoni. A prescindere dal quantitativo presente, i cani hanno mostrato un fiuto impeccabile.

L’aeroporto di Manchester è il terzo più grande del Regno Unito, con un passaggio e un’affluenza piuttosto intensi. Infatti sono presenti ben sei cani specializzati nella ricerca di droga e stupefacenti, mentre i costi annuali legati al loro operato è pari a 1,25 milioni di sterline (circa 1,57 milioni di euro). L’individuazione di piccoli quantitativi di cibo che potrebbero rappresentare comunque un pericolo, come sottolineato dalle regole rigide redatte dal Regno Unito, non ha comunque prodotto grosse turbative. Gli alimenti introdotti per dimenticanza o errore da parte dei viaggiatori sono stati tutti riconsegnati.

Tra gli altri elementi scovati, gli ispettori hanno segnalato il trasporto illecito di 46.000 sigarette, 60 kg di tabacco, 181 kg di carne e 28.000 sterline in contanti. Ma anche ormoni della crescita in compresse, Viagra e Bromazepam, quindi piccoli quantitativi di droghe minori. Ciò che invece è sfuggito è il passaggio di droghe più importanti come la cocaina e l’eroina. Questo ha condotto a un controllo specifico della situazione da cui sono emerse alcune imprecisioni legate all’operatività del personale nei confronti delle pratiche legate all’immigrazione e ai controlli. Ma c’è anche chi sostiene che gli esami serrati e continui abbiano spinto i trafficanti di droga a seguire strade differenti, accantonando il passaggio aeroportuale. Lo staff è comunque già all’opera per attuare miglioramenti attraverso corsi di specializzazione e formazione, sia per il personale che per i cani antidroga.

18 aprile 2016
Fonte:
BBC
Lascia un commento