Cani amore per l’acqua: i 5 pericoli più comuni

I cani e l’acqua, un binomio particolare fatto di odio e amore: non tutte le razze adorando farsi il bagno o tuffarsi in mare, ma la percentuale maggiore di quadrupedi adora il contatto con la sostanza liquida. D’estate questa combinazione risulta perfetta e davvero ideale, così da scacciare l’effetto delle temperature alte e del caldo estivo. Che sia una tinozza d’acqua, un fiume, un laghetto, il mare, uno stagno oppure una pozza d’acqua melmosa, il tuffo di Fido andrà monitorato accuratamente per non incappare in problematiche. L’approccio dovrà risultare sempre graduale e controllato, per il benessere del quattro zampe. Ecco i rischi più comuni.

Coperture piscina

La presenza di una piscina è un vantaggio estivo molto interessante, da sfruttare proprio durante i mesi più afosi. La gestione potrebbe risultare un po’ impegnativa, ma rendere lo spazio sicuro è una priorità per il benessere di tutta la famiglia compreso il cane. Per questo motivo la copertura invernale o di sicurezza dovrà risultare ben tesa, ancorata e fissata. Una superficie troppo morbida e poco elastica potrebbe rivelarsi una trappola per Fido che, camminandoci sopra, potrebbe cadere rischiando di affogare.

=> Scopri come insegnare al cane a nuotare


Acqua salata e mare

Cane acqua

Un tuffo in mare è una vera delizia, specialmente se la spiaggia è libera e consente l’acceso ai cani di affezione. Fido potrà nuotarvi e giocare con gioia, ma è bene osservarlo mentre sguazza felice perché non finisca incastrato tra gli scogli oppure per ingurgitare troppo acqua salata. La sostanza potrebbe non essere particolarmente limpida, nascondendo agenti inquinanti e parassiti, che possono favorire allergie. Meglio liberarlo dalla salsedine lavandolo e facendogli bere acqua fresca, ovviamente non salata.

Orecchie

Un occhio di riguardo per le orecchie, in particolare per quelle razze che le possiedono lunghe e cadenti e quindi facili al ristagno interno d’acqua. In caso di tuffi e nuotate è giusto completare il tutto asciugando il cane accuratamente, in particolare detergendo le orecchie e riducendo l’umidità all’interno delle stesse. Una controllata è indispensabile così da scongiurare la presenza di corpi estranei o umidità, che possano favorire batteri e infezioni.

=> Scopri le malattie intestinali del cane


Parassiti e insetti

Cane e acqua

Il caldo e la curiosità possono incentivare l’esplorazione di stagni melmosi, acquitrini e pozzanghere di acqua non particolarmente limpida. Il ristagno d’acqua potrebbe favorire la proliferazione di insetti, parassiti e batteri che potrebbero attaccare il povero cane favorendo malattie e infezioni.

Congestione

Mai in acqua dopo mangiato, è una regola sacrosanta e valida anche per Fido che potrebbe incappare nella problematica pericolosa della congestione. Un cambio repentino di temperatura può risultare dannoso per Fido, favorendo malessere, vomito, svenimento, febbre, tremori e inappetenza. In caso di dubbio è sempre bene consultare il veterinario di fiducia.

7 maggio 2018
Lascia un commento