La salute del cane è garantita da una corretta alimentazione, ricca di tutti gli elementi nutritivi indispensabili per la sua crescita. Oltre a buon movimento, delle lunghe passeggiate, una buona cura medica e veterinaria, un po’ di gioco e molte coccole. Ma come per l’uomo, anche per Fido esiste un ingrediente fondamentale per la sua sopravvivenza: l’acqua.

Un cane che beve poco è facile alla disidratazione e alle carenze fisiologiche, che possono portare a malattia e anche alla morte. Importante quindi che Fido possa attingere quotidianamente a fonti di acqua pulita, così da garantire al fisico il giusto apporto. Tendenzialmente è indispensabile che assuma circa 1 grammo di acqua al giorno per ogni chilo di peso. Quindi un cane di circa 20 chilogrammi, avrà bisogno dell’equivalente di più due tazze d’acqua.

Per questo motivo è importante rifornire più ciotole d’acqua limpida e distribuirle per casa, in modo che la disponibilità sia corposa. Non solo, perché l’acqua andrà cambiata con frequenza per assicurare un prodotto fresco e pulito, privo di ristagni e batteri. E in caso di caldo eccessivo, o di corse all’aria aperta, è necessario portare una bottiglia per idratare Fido all’occorrenza.

Oppure fornire al cane cibi ricchi di acqua o leggermente brodosi, così che possa bere mangiando. È fondamentale che l’assunzione sia incentivata e sollecitata, magari con piccoli premi e con tante carezze. In particolare se l’animale in questione è in una condizione fisiologica dove l’acqua risulta fondamentale, come ad esempio cani anziani, malati oppure femmine in allattamento o gravidanza.

Per valutare se Fido assuma poca acqua è utile controllare il livello presente nelle ciotole sparse per casa, quindi se esiste una diminuzione della sostanza liquida. Se permangono dei dubbi prendete in considerazione alcuni sintomi come la poca energia, bocca e palato secco, lingua asciutta, inappetenza e occhi infossati. La disidratazione è individuabile anche attraverso la bocca dell’animale, ad esempio premendo la gengiva con delicatezza si dovrebbe creare un punto bianco. Tolta la pressione dalla carne, il sangue riprenderà velocemente a circolare, ripristinando il rosa iniziale. Se ciò non dovesse avvenire in tempi rapidi è utile consultare un veterinario per trovare una soluzione.

21 gennaio 2014
Fonte:
Lascia un commento