Cani: 5 motivi per preparargli cibo casalingo

Preparare autonomamente il pasto al cane di casa è una scelta importante, che può migliorare la sua condizione di salute grazie a una proposta consapevole. Offrire cibi e pietanze combinate in modo sapiente, dal peso calibrato e dall’origine controllata è il desiderio di molti proprietari. Esattamente come accade per i figli, per cui si sceglie sempre il prodotto migliore, quello più sano ed equilibrato, così è per chi condivide la dimora con un animale di affezione. È forte il desiderio di potere assecondare le richieste alimentari di Fido in modo semplice, senza additivi e del tutto adeguato al fabbisogno energetico giornaliero, preparando il tutto in casa.

Biologico

La scelta di un acquisto consapevole è indispensabile, per questo è giusto preferire alimenti di origine biologica coltivati e prodotti in modo etico e con controlli specifici. La tracciabilità del percorso realizzativo di frutta, verdura, carne, pesce, derivati e cereali offre al cane un pasto sicuro e certificato. Esattamente come accade per l’uomo stesso, la qualità è importante, come la possibilità di scegliere alimenti privi di additivi e sostanze chimiche. Utili sia per una dieta BARF che classica, con cibo cotto a vapore senza condimenti.

=> Scopri i benefici di una dieta crudista per cani


Quantitativi

Pesce

Il quantitativo da fornire al cane è un argomento da affrontare con cura e attenzione, perché le dosi variano in base alle singole esigenze non solo legate al sesso, età, razza, taglia e attività giornaliera. Non si possono escludere altri fattori come la sterilizzazione e la presenza di eventuali patologie, per questo coinvolgere il veterinario è fondamentale e d’obbligo. Un quantitativo che, in ogni caso, potrebbe non essere sempre lo stesso ma variare nel tempo.

Equilibri

La scelta di una dieta casalinga è sicuramente positiva, la combinazione di prodotti non trattati è indubbiamente salutare e benefica per il quadrupede di casa. Come anticipato, non basta mixare i prodotti in una ciotola ma è importante scegliere i più adatti, così da combinarli per un giusto apporto di vitamine, carboidrati, proteine e fibre. Vietato improvvisare e, principalmente, offrire al cane gli avanzi alimentari della cena o del pranzo perché troppo trattati e sicuramente non idonei. L’animale deve poter accedere a un pasto bilanciato dove l’equilibrio tra quantitativi di cibo e valori nutritivi sia corretto, per non incappare in carenze che possano condurlo alla denutrizione e alla debilitazione.

Cibi vietati

Cane

Alcuni cibi, benché salutari, possono risultare dannosi per la digestione e la salute di Fido. L’animale non può accedere a tutte le verdure in commercio, stesso discorso per frutta, carne e pesce, perché non consoni al suo fabbisogno. Inoltre alcuni alimenti possono risultare pericolosi e altamente tossici, il sostegno del veterinario sarà quindi importante così da proporre pasti sani e bilanciati.

=> Scopri i dieci cibi più dannosi per i cani


Cibo di produzione

Benché sia di produzione il cibo presente in commercio, specialmente i marchi di alto livello, può rendere il momento del pasto più semplice e già calibrato. Crocchette e umido, frutto di studi e ricerche, possono convivere e alternarsi con alimenti di provenienza biologica, per offrire al cane tutto il benessere necessario. Sempre sotto l’occhio vigile del veterinario, che potrà aggiustare il tiro ove necessario.

4 giugno 2018
Lascia un commento