Cani: 5 motivi del cattivo odore

Il cane ama perlustrare e spesso rotolarsi per terra, magari immergendosi nel fango e nella sporcizia più assoluta, pregiudicando il profumo consueto. L’odore forte che può emanare il suo corpo, la sua cute o il suo alito possono essere sinonimo sia di sporcizia, ma anche evidenziare una problematica fisica. La profumazione intensa che, ritualmente, cresce con il passare del tempo conduce il cane verso il bagno periodico. Una pratica che può annullare i cattivi odori ripristinando una condizione più sana ed equilibrata. La persistenza di un cattivo odore e la sua marcata presenza potrebbero risultare come un campanello d’allarme per il benessere di Fido, accertarne la causa è importante e indispensabile grazie al supporto del veterinario.

Cute

Malattie della pelle, infezioni della cute, arrossamenti, dermatiti, presenza di batteri e parassiti infestanti, ferite con larve e bigattini e allergie cutanee possono interferire con l’odore consueto di Fido. La sua profumazione apparirà più intensa e decisa, come segno di una problematica di salute piuttosto evidente. Importante pulire e detergere la parte eliminando la causa consultando un veterinario, che potrà agire con l’utilizzo di medicinali specifici utili a debellare il problema.

=> Scopri come rinfrescare l’alito del cane


Alito

Cane

L’alito del cane può risultare particolarmente forte e dall’odore incisivo, questo dipende spesso da ciò che mangia e dalla combinazione dei cibi. Una pulizia quasi quotidiana può migliorare la situazione, ma la formazione di tartaro e placca possono peggiorare la salute dalla sua bocca. Non solo, possono subentrare infezioni e malattie, carie e problematiche dentaria, ma anche infiammazioni dello stomaco ad aumentare la profumazione del suo alito. Il veterinario potrà valutare la condizione e suggerire la soluzione più adatta, magari una pulizia completa dei denti che possa diminuire infezioni, dolore e batteri.

Orecchio

Otite, infezioni e batteri dentro l’orecchio possono incentivare la dispersione di profumazioni maleodoranti, come segnale di una problematica in corso. Fido tenderà a grattarsi l’orecchio, piegandolo in modo innaturale, scuotendo la testa e ruotandola come a indicare una sofferenza. Come sempre il veterinario potrà stabilire la gravità della situazione visitando l’amico, eliminando eventuali corpi estranei e consigliando la cura più adatta.

=> Scopri perché il cane trascina il sedere sul pavimento


Ghiandole perianali

Cane che abbaia

Accanto all’ano sono presenti due ghiandole, definite perianali, il cui odore rientra nel linguaggio canino dell’annusata. Si svuotano automaticamente ogni volta che il cane procede con i suoi bisogni e la defecazione, ma possono infiammarsi e riempirsi in modo anomalo senza trovare sfogo naturale. Questo può portare a infezioni, dispersione di liquido maleodorante, dolore e sofferenza per Fido che tenderà a trascinare il sedere per terrà. Il veterinario potrà svuotarle con una mossa manuale, spingendo il contenuto attraverso l’ano e producendo così un odore forte, nauseabondo e indimenticabile ma liberando Fido dalla problematica.

Malattie

Alcune malattie incidono sulla profumazione del corpo del cane come ad esempio il diabete, i cui livelli di glicemia producono un odore dolciastro e acidulo. I problemi renali e della vescica possono presentarsi attraverso forti profumi uremici, tipici della zona interessata e del liquido da espellere.

26 aprile 2018
Lascia un commento