Cani: 5 idee per un bagno perfetto

Lavare il cane è un gesto utile che va affrontato con frequenza, ma non tutti i giorni poiché l’operazione potrebbe agire negativamente sul benessere della cute e del pelo dell’animale. Per un bagno corretto è possibile rivolgersi agli esperti di sempre, ovvero il toelettatore di fiducia: con il giusto approccio e i prodotti più consoni, potrà lavare Fido così da riportare igiene e splendore. Il bagno casalingo è oltremodo consentito, ma sempre con le tempistiche e i prodotti più giusti per il cane. Non esiste una tempistica precisa, tuttavia una vita casalinga permette di estendere l’intervallo tra i lavaggi anche a due o tre mesi, mentre un animale che vive all’esterno deve trovare ristoro in bagni mensili.

Prodotti

Pelo corto, pelo lungo, pelle secca, pelle grassa: sono tutti fattori da tenere in considerazione quando si vuole fare il bano a Fido. In commercio esistono prodotti specifici per la cura del proprio amico, idonei per il benessere del pelo e della cute e che non risultano aggressivi nei confronti del PH della sua pelle. Come anticipato, il bagno non deve essere effettuato con troppa frequenza, per non eliminare lo strato di grasso naturale che la mantiene elastica, proteggendola da freddo e caldo. Le tempistiche ovviamente possono variare in base alle singole esigenze di Fido.

=> Scopri come lavare il cane in casa

Bagno e gioco

Per risultare meno traumatico, il momento del bagno può contemplare attività ludiche, come rincorrere la pallina in acqua oppure spartire la vasca con gli altri animali di casa. Il bagno deve risultare una routine, un’abitudine, quindi inserire elementi di conforto può rendere la prassi maggiormente più piacevole. Allungare un kong contenente delle crocchette o del cibo umido può distrarlo, così da rasserenare le tensioni, rendendo il momento un attimo di gioco.

Atteggiamento

Il proprietario deve trasformare il momento del lavaggio in qualcosa di piacevole, magari sottolineando l’atmosfera con musica rilassante e gesti calmi, accompagnati da parole dolci e carezze. Perché si abitui è importante procedere per gradi introducendolo in una vasca vuota, elargendo premi e crocchette. Solo in un secondo momento sarà possibile inserire l’acqua, solo quando avrà familiarizzato con il luogo. Se invece la doccia è lo spazio preferito, entrate con lui e magari, seduti per terra, lavatelo raccogliendo l’acqua con le mani da un secchio senza spaventarlo con il getto diretto.

=> Scopri come lavare il cane

Preparazione e accessori

Preparate l’amico al bagno spazzolando il pelo, eliminando collari e residui di sporco come foglie e fango secco. Se sono presenti zecche e pulci, oppure se si vuole accorciare le unghie, è bene condurlo prima dal veterinario che potrà agire in modo corretto evitando l’improvvisazione. Una volta pronto, preparate anche gli accessori necessari al bagno: asciugamani, prodotti per il lavaggio privi di tappo e pronti all’utilizzo, una vaschetta o un secchio, crocchette e biscottini, quindi un secchiello o mestolo dosatore così da versare l’acqua con meno irruenza.

Protezione

Proteggete le orecchie con dei batuffoli grandi di cotone, da eliminare a fine procedimento, testate la temperatura dell’acqua con la mano e coprite eventuali tagli ed escoriazioni con garze e cerotti maxi. Maneggiate l’acqua con calma e massaggiate il corpo perché l’amico si rilassi il più possibile, a fine operazione asciugatelo con teli di spugna evitando l’asciugacapelli che potrebbe terrorizzarlo. Parlate con lui in modo calmo e rassicurante e, a fine operazione, premiatelo con apprezzamenti e una manciata di biscotti e golosità da lui prediletti.

27 dicembre 2017
Lascia un commento