Cani: 4 consigli per pulire le orecchie

Le orecchie del cane svolgono un compito molto importante nella vita del quadrupede, per questo è importante assicurarsi che siano sempre pulite e sane. Il pericolo che si formino infezioni, causate dai batteri e scarsa igiene, oppure che siano presenti tagli e abrasioni è un’opzione piuttosto reale e pericolosa. Curare e pulirle con costanza deve rientrare nella gestualità dedicata al benessere di Fido, una routine indispensabile e che lo preservi da malanni e otiti. La vita all’aria aperta, la predisposizione a rotolarsi nel fango, la scarsa igiene o la forma cadente delle orecchie di molte razze può incidere sul benessere del cane. Ecco perché proteggerle è importante: farlo trasformando il tutto in un gioco ancora più semplice.

Controllo

Per prima cosa è indispensabile controllare l’orecchio, sia la parte esterna che la parte interna, così da valutare la condizione generale dello stesso: possono essere presenti graffi, tagli, abrasioni o ferite, quindi eventuali parassiti pericolosi, oppure una fuoriuscita di liquidi anomali e densi. Ancora può essere presente un odore forte e sgradevole, segno classico di infezioni come quella da lieviti, mentre al tatto si possono riscontrare escrescenze o pustole fuori dal normale. In questi casi è indispensabile chiedere supporto al veterinario, che potrà effettuare una visita approfondita, esami specifici e consigliare la cura migliore.

=> Scopri come pulire le orecchie del cane

Gioco e premi

Per rendere la pulizia un gesto positivo basta abituare Fido al contatto, iniziando ad accarezzare le orecchie sollevandole e giocando. Qualche croccantino e bocconcino goloso potrà rendere la pratica più facile, rasserenando il cane, a cui farà seguito l’ingresso nella dinamica del cotone. Strofinate il batuffolo sulla testa, sul naso, sul muso e dentro l’orecchio coccolando il cane per abituarlo e tranquillizzarlo. Siate pazienti e calmi, la pulizia completa delle orecchie arriverà in un secondo momento, l’obiettivo è quello di guadagnare la fiducia del cane e abituarlo al gesto un passo alla volta.

Pulizia e liquidi

Appena il cane avrà assorbito positivamente questa routine passate alla fase operativa pulendo il padiglione auricolare con un batuffolo imbevuto e passandolo con delicatezza lungo la pelle dell’orecchio, sollevandolo con delicatezza con le dita e inclinando la testa. Passate a irrorare la parte interna, impedendo che il cane scuota la testa, per poi massaggiare la base dell’orecchio con le dita raccogliendo ciò che fuoriesce con una garza pulita. Allontanatevi e lasciate che il cane si scrolli per bene quindi ripulire il liquido uscito dall’orecchio. Utilizzate solo prodotti consigliati e prescritti dal veterinario, evitante le improvvisazioni.

=> Scopri l’otite nel cane

Attenzione

Meglio evitare una pulizia eccessiva, ma dedicate attenzione alle orecchie solo quando saranno molto sporche così da non trasformare la routine in un momento fastidioso. Non utilizzate articoli non consoni al benessere di Fido, tralasciate oggetti per uso umano come cotton fioc o batuffoli di cotone troppo piccoli così da ledere l’udito dell’amico. Cambiare la metodologia, accorciando la tempistica, apportando anche piccole divertenti modifiche, renderà il tutto più sereno e meno stressante per l’amico che accoglierà la pulizia con pazienza.

22 dicembre 2017
Lascia un commento