Cani: i 10 cibi più dannosi

Il cane deve poter accedere a una dieta completa ed equilibrata, preparata in base alle sue esigenze fisiche e che tenga conto di eventuali patologie e malattie. Per questo improvvisare pasti e ricette con cibi adatti al consumo umano non è una buona soluzione, perché troppo elaborati per l’apparato digerente di Fido. Non solo, alcuni alimenti che solitamente consumiamo possono rivelarsi dannosi e altamente tossici per l’amico di fiducia, procurando effetti collaterali anche gravi. Riconoscerli e comprenderli è fondamentale, così da ridisegnare il suo menu escludendoli da ogni pasto.

Aglio, cipolla ed erba cipollina

Questi aromi, se assunti in grande quantità, possono danneggiare la salute di Fido agendo sull’intestino e causando problematiche ai globuli rossi. Non vi sono benefici dati dall’assunzione di questi alimenti, perciò è bene eliminarli dalla dieta di Fido.

Pesca, prugna e cachi

Pesca

La buccia, la pelle e i semi di questi frutti sono considerati tossici, possono causare blocchi intestinali anche di natura pericolosa e rivelarsi altamente dannosi. Il seme della pesca, in particolare, contiene amigdalina: se ingerito e modificato dai batteri intestinali, può dare origine al cianuro.

=> Scopri i cibi tossici per cani e gatti


Cocco e olio di cocco

La polpa e il latte di cocco agiscono in modo pessimo sul tratto intestinale di Fido, causando forte indisposizione, specialmente se fornito in grandi quantità. Studi recenti hanno però evidenziato come piccolissimi quantitativi possano favorire benefici per pelle e pelo, ma è sempre bene consultare il veterinario senza improvvisarsi.

Latte e derivati

Latte

Il latte e i suoi derivati andrebbero somministrati in quantitativi molto bassi perché, anche se ricchi di nutrimento e proprietà, non sono adatti al consumo canino. L’utilizzo deve risultare sporadico e solo come piccola aggiunta, privilegiando prodotti leggeri e light, ma sempre dopo aver consultato il veterinario.

Caffè, cioccolato e tè

Questi alimenti sono sconsigliati e banditi dall’alimentazione canina perché contengono sostanze che possono risultare tossiche e dannose. I cibi svolgono il ruolo di eccitanti ma anche provocare nausea, vomito, diarrea quindi convulsioni e in alcuni casi anche il decesso.

=> Scopri perché il cioccolato è dannoso per i cani


Fritto e grasso

Fritto

Fritto e grasso: non certo una dieta indicata per il consumo umano, figuriamoci per quello canino. Gli alimenti troppo conditi e lavorati, quindi fritti, agiscono sul fisico di Fido promuovendo lo sviluppo della pancreatite.

Uva, uva passa e uvetta

L’uva risulta altamente tossica e velenosa perché opera negativamente sui reni favorendo l’insufficienza renale acuta che può cronicizzarsi ed evolvere fino al decesso.

=> Scopri se le ossa fanno bene ai cani

Carne cruda, ossa e uova

Carne cruda

Lo sviluppo della dieta BARF ha ridisegnato il menu di molti cani ma, prima di consegnargli uova, carne cruda e ossa, è importante documentarsi sulla provenienza e salute della stessa. Un prodotto crudo può contenere agenti patogeni e batteri che possono favorire intossicazione, feci molli e vomito.

Xilitolo

Lo xilitolo non è adatto per i cani: la sostanza è presente nelle caramelle, nelle gomme da masticare e anche in alcuni prodotti beauty come il dentifricio, quindi in molta verdura e frutta. Nonostante sia innocuo per l’uomo agisce negativamente sul pancreas e sul fegato del cane, favorendo intossicazione e avvelenamento.

Noci

Bandite le noci, la frutta secca e, in particolare, le noci di macadamia: non sono indicate per il consumo canino ma responsabili di intolleranze, intossicazione, vomito e diarrea.

8 gennaio 2018
Lascia un commento