La nascita di un animale in cattività è spesso un evento particolare, che non accade di sovente e con facilità. Ma se l’essere in questione è albino allora è quasi una rarità. È ciò che è accaduto nello zoo di Duisburg, in Germania, dove da qualche tempo ha visto la luce un piccolo canguro albino. Una casualità quasi unica, che accade una volta ogni 20.000 nascite.

>>Scopri la storia dell’amicizia tra canguro e vombato

La madre del piccolo animaletto è lei stessa da Guinnes dei Primati, perché lo scorso anno ha partorito un altro cucciolo albino. Madre e figlio legati dalla straordinarietà del caso. Le prime immagini del canguro lo vedono affacciarsi per la primissime volte dal marsupio materno, facendo capolino dalla sacca della madre. Un piccolo musetto dal pelo completamente candido, che si presenta per la prima volta alla vita.

>>Conosci il canguro stalker

L’albinismo può presentarsi con frequenza tra tutti gli animali e si manifesta con la mancanza parziale o completa di pigmentazione nella cute, nei peli, nell’iride e nei capelli. Un evento al quale pare siano abituati allo zoo di Duisburg, fondato nel 1934 e famoso per un programma di riproduzione in cattività. Dal 1994 lo zoo è specializzato nella salvaguardia dei koala, a rischio minaccia estinzione.

>>Leggi le vicende del koala rimasto orfano

Non solo: la struttura si è distinta per aver condotto studi ed esperimenti per la salvaguardia del fossa, un carnivoro del Madagascar. A quanto pare lo zoo può vantare molti successi, necessari a contrastare l’estinzione di molte specie in pericolo. Ma spesso il caso può metterci la mano, realizzando piccoli capolavori di straordinaria bellezza.

11 giugno 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento