Condividere tutto con il proprio quadrupede è una necessità e una gioia per chi possiede un cane, che sia un viaggio, una vacanza o semplicemente un’attività ludica. Forse è quello che deve aver pensato Dean Potter, esperto scalatore e base jumper, quando ha deciso di lanciarsi con una tuta alare e il suo cane Whisper imbracato sulle spalle. I due si sono buttati da Eiger, in Svizzera, una delle montagne delle Alpi bernesi. La prodezza è stata ripresa da una telecamera fissata sul casco dell’uomo e da un team tecnico. Il filmato è stato subito caricato su YouTube, ma le reazioni sono state piuttosto discordanti.

Come mostra il video il cagnolino, dal manto tricolore e dal formato ridotto, raggiunge la cima con il suo proprietario e lo staff. Un sistema di cavi e imbracature gli permette di salire fino alla roccia del lancio, a svariati metri di altezza di fronte al vuoto, quindi si vede Dean che cerca di rassicurare l’animale, che in realtà non appare molto turbato. Inserito comodamente in uno zaino in misura, Whisper viene attrezzato con tanto di occhialini e cuffia, probabilmente necessaria per limitare l’attrito delle orecchie e favorire la corrente d’aria migliore. I due volano letteralmente grazie alla tuta di Potter e per tutto il tempo il cane sembra incuriosito dall’esperienza, forse impressionato, ma all’apparenza non troppo spaventato.

L’apertura del paracadute mette al sicuro entrambi, facendogli raggiungere la terra ferma con facilità e serenità. All’arrivo il cane è elettrizzato e felice di salutare un’amica di Dean, forse la sua compagna, ed esprime la sua gioia saltando e scodinzolando con foga. Il filmato, a dispetto dell’intenzione, non ha suscitato la reazione sperata e in molti si sono scagliati contro Dean per la scelta imposta al suo cane. Un animale, come appare nei commenti, non può decidere quindi può solo subire la scelta del proprietario. In molti si sono domandati se fosse stato giusto coinvolgere Whisper nel lancio, se il gesto fosse un abuso e se questa fosse solo una necessità pubblicitaria per recuperare nuovi visitatori e fan. Anche se il cane solitamente accompagna l’uomo nelle sue scalate e arrampicate.

Forse se Whisper potesse parlare potrebbe esporre il suo punto di vista, il suo commento e la sua emozione, oppura la sua ansia, nei confronti di qualcosa di così inusuale come volare. Di certo il pericolo è la sfortuna possono sempre metterci lo zampino, ma è indispensabile tenere in considerazione l’esperienza del base jumper. Di certo non avrebbe messo a repentaglio la vita del suo amico, se non fosse stato certo della protezione massima e della cura imposta in questo lancio.

29 maggio 2014
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento