Rimasto solo dopo la morte della proprietaria, un piccolo cagnolino è stato abbandonato dai parenti, intenzionati solo a vendere l’abitazione della donna. Così il piccolo Woody ha cercato riparo sotto la bassa tettoia di un capanno nei pressi della vecchia dimora, sperando che l’amata proprietaria tornasse a riprenderlo. Nascosto nell’angolo più buio il piccolo, terrorizzato dall’improvvisa vita di strada, è riuscito a sopravvivere per un anno solo grazie ai vicini che cercavano di lasciargli qualche avanzo e un po’ di acqua.

Timoroso e diffidente non ha mai abbandonato il nascondiglio, tremante e spaventato ha atteso che la donna tornasse. Solo l’intervento del gruppo di Hope for Paws, chiamato dal vicino, ha posto fine alla sua vita di stenti: Eldad Hagar con Lisa Chiarelli sono accorsi sul posto per recuperarlo. Solo un po’ di pazienza, parole dolci, un collare con nastro rigido, hanno permesso a Eldad di accalappiare Woody con delicatezza. La paura iniziale ha ceduto il passo all’abbandono, il cane si è fidato del duo lasciandosi accarezzare e godendosi una nuova ondata di affetto da tempo desiderata.

Dopo un primo esame il cane è risultato parzialmente cieco da un occhio, forse per l’età e l’eccesso di pelo raggrumato, ma anche sporco, denutrito e frastornato. Caricato in automobile, è stato condotto con cura presso il centro, dove gli è stato dato del tempo per ambientarsi e tranquillizzarsi. Seduto sul divanetto si è accoccolato tremante accanto a Eldad Hagar, in cerca di protezione e affetto. Lentamente e con attenzione l’uomo l’ha tosato, liberandolo dal pelo vecchio e non spazzolato, poi lo ha lavato eliminando batteri e parassiti, sempre rassicurandolo con carezze e gesti tranquilli.

Woody è passato dalla paura e dai tremori d’ansia alla felicità di un nuovo posto pieno di affetto e amici. Piccolo e bisogno di amore, il cagnolino è stato accolto in stallo da Lisa che se ne occupa, nell’attesa che qualcuno si innamori di questo mini scricciolo pieno di vita.

18 luglio 2014
Fonte:
Lascia un commento