Cane viaggia per 18 chilometri nella griglia di un’auto

Una storia che ha dell’incredibile proviene dagli Stati Uniti, dove un cagnolino ha viaggiato per ben 18 chilometri rinchiuso nella griglia di aerazione di un’automobile, il tutto all’insaputa dell’autista. È avvenuto Taunton, in Massachusetts, e la vicenda ha del fantascientifico.

Lo scorso 20 settembre, un automobilista di Tauton avrebbe improvvisamente inchiodato la sua Toyota per evitare un cagnolino bianco apparso dal nulla sulla strada. Non vedendo più l’animale, accertandosi anche di non averlo investito, il guidatore ha deciso di proseguire il suo viaggio sulla Route 44 in direzione Rhode Island. Peccato, però, che il cane si fosse rifugiato – o forse incastrato a causa dell’urto, non è ancora dato sapere – nella griglia d’areazione anteriore del veicolo. Durante il viaggio, è stato un altro automobilista ad avvertire l’autista della presenza di un batuffolo bianco sul fronte della vettura, svelando così l’arcano.

Il guidatore ha quindi provveduto ad allertare tempestivamente la polizia della zona est di Providence, dove la protezione animali ha subito preso in carica il cane. L’animale non ha riportato alcuna ferita e, dopo un primo periodo di iniziale disorientamento, è ora vispo e allegro.

Gli agenti di polizia stanno ora ricercando i proprietari dell’animale, qualora esistessero, per riconsegnare il candido cucciolo. Per il guidatore non vi saranno conseguenze di sorta: il curioso incidente è ovviamente avvenuto a sua insaputa e, così come prevede la legge, ha provveduto ad allertare le autorità non appena possibile.

3 ottobre 2012
Lascia un commento