L’ennesima dimostrazione della fedeltà suprema del cane nei confronti dell’umo, una storia di devozione anche dopo la morte. È ciò che è accaduto a Cagliari, nel quartiere Sant’Elia, dove un piccolo meticcio ha vegliato per due settimane il corpo del proprietario. La morte ha colto l’uomo 70enne durante il sonno e il cagnolino l’ha protetto per il lungo periodo.

>>Guarda il cane che attende sulla tomba del padrone

Il piccolo animale di razza mista non ha voluto abbandonare la vicinanza con il corpo dell’anziano, neppure dopo l’arrivo dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco. Con ringhi e abbaiate feroci li ha tenuti a distanza dal suo amico, dimostrando costanza e veemenza. Fino a quando, esausto, il cane è fuggito dai vicini di casa dove vive ancora adesso. Gli uomini hanno così raggiunto il corpo, in avanzato stato di decomposizione, e l’hanno recuperato.

L’intervento dei militari è stato richiesto dai vicini che, da giorni, non vedevano più l’uomo. Il piccolo, nonostante l’ingresso delle istituzioni, non ha ceduto e nonostante due settimane di fame e sete ha proseguito nella difesa dell’uomo. Solo all’arrivo dei veterinari si è convinto per la fuga mirata, e come anticipato, dai vicini.

>>Leggi del cane che veglia la compagna per sei ore

Ora il cucciolo è al sicuro, ben curato e nutrito, e probabilmente rimarrà con la nuova famiglia per sempre. Diverso epilogo per la casa dell’anziano, al centro di un tentativo di occupazione abusiva da parte di molte famiglie limitrofe. Situazione per la quale è stato richiesto nuovamente l’intervento delle forze dell’ordine.

1 luglio 2013
Fonte:
Lascia un commento