Una vita difficile quella della cagnolina Tina, passata dall’agio di una poltrona al box di un rifugio. Un’esperienza per lei non nuova, visto che la piccola era stata salvata proprio da un canile dove da tempo languiva. A darle una nuova chance la donna che fino a pochi giorni fa condivideva con lei la casa e l’affetto più grande. Rimasta sola dopo il decesso dell’amato marito, aveva deciso per introdurre in casa una nuova amicizia, qualcuno che potesse affiancarla per rendere meno pensanti le sue giornate.

E così Tina è entrata nella sua vita, rasserenando la sua esistenza e trovando nella proprietaria una via di uscita dal buio del canile. Una salvezza reciproca, una gioia condivisa che per una parte del percorso di vita le due hanno spartito insieme. Sostenendosi reciprocamente con grande amore e gioia. Ma l’improvvisa dipartita della donna ha reso orfana la povera cagnolina Tina, improvvisamente e nuovamente sola. E l’hanno trovata così, accanto al letto della sua amata amica a farle compagnia. A proteggerla anche nel momento del trapasso, senza abbandonarla forse per cercare nella sua presenza ancora un segno della loro esistenza insieme.

Tina, che ora ha otto anni, è stata condotta al rifugio Desperate Dogs Of Long Island a New York, dove lo staff si sta occupando di lei. In particolare del suo umore, provato dal dolore della morte dell’amata compagna. Per lei la struttura cerca una nuova casa, un luogo pacifico dove possa dimenticare la sofferenza e ricominciare nuovamente. Nella presentazione sulla pagina Facebook Tina, mix Pit Bull, viene descritta come animo tranquillo e pacifico, adatta alla convivenza con i bambini e con i cani maschi. Rimettere in sesto nuovamente il percorso sarà complicato, una nuova sfida per chi aveva già trovato l’equilibrio di vita. Ma la struttura è fiduciosa e confida molto nel buon carattere di Tina, che si merita finalmente la dimora definitiva.

26 novembre 2015
Fonte:
Lascia un commento