Cane triste e anziano cerca casa per Natale

Una scelta complicata, quella della famiglia del cane Boss, un quadrupede di razza mix Staffordshire Spaniel che si è ritrovato improvvisamente ospite del canile. L’animale, di più di nove anni di età, conduceva una vita serena in casa, al caldo e al riparo della sua famiglia di affezione. Inconsapevole del percorso intrapreso dal destino, una strada difficile che lo ha separato per sempre dalla sua tranquillità emotiva. Non sono chiari i motivi che hanno spinto la famiglia a separarsene a malincuore, ma Boss si è ritrovato a vivere in rifugio per più di 280 giorni. Ad accoglierlo è stata l’Atlanta Humane Society, che gli ha offerto una cuccia e dell’amore, aprendo le porte anche a sua sorella. Ma per quest’ultima il soggiorno è stato molto più breve, trovando subito adozione in estate.

Boss invece è rimasto fermo presso la struttura perdendo, giorno dopo giorno, l’entusiasmo nei confronti delle nuove visite e dei potenziali proprietari. Per questo Daphne Bragg, consulente presso il canile, ha deciso di sponsorizzare la sua adozione in modo simpatico. Dopo aver legato al collo di Boss una ghirlanda natalizia, vi ha appeso un cartello riportando il pensiero del quadrupede: dopo 280 giorni in canile, il cane chiede di trovare adozione per Natale. Una foto pubblicata sul profilo dell’associazione ha fatto il resto, ricevendo più di 53.000 condivisioni e tantissima attenzione.

=> Scopri lo Staffordshire Bull Terrier


Un vero miracolo per un animale che nessuno ha mai cercato e voluto, con la fierezza tipica della sua razza ma simpatico e coccolone come un dolcetto. Per lui si sperava in un miracolo e, dopo soli due giorni dall’annuncio, una donna ha bussato alla porta del canile chiedendo notizie di Boss. E così, grazie al passaparola, qualcuno ha voluto facilitare il suo cammino pagandogli le spese di passaggio per l’adozione, mentre una famiglia ha deciso di accoglierlo per sempre. Una piccola favola che l’associazione spera si possa estendere anche ai molti ospiti del rifugio, in attesa di una sistemazione definitiva e amorevole.

20 dicembre 2016
Fonte:
Lascia un commento