Metro Mistah, un artista e tatuatore di Brooklyn, ha scatenato l’ira degli animalisti pubblicando su Instagram la foto del suo cane appena tatuato. L’immagine mostra l’animale ancora sedato con un cuore inciso sul suo corpo, con segnati i nomi di Alex e Mel. Il tatuatore che lavora per un noto centro di tatuaggi della Grande Mela, appare soddisfatto del risultato. Sotto la foto è apparsa una scritta che conferma il gesto:

Uno dei tanti motivi perché il mio cane è più f**o del tuo.

Mistah ha colto l’occasione di un intervento a cui è stato sottoposto il suo cane, la rimozione della milza, per tracciare un disegno sulla cute dell’animale. Dopo aver ricevuto il via libera dal chirurgo, il tatuatore ha proceduto con la realizzazione del cuore. Questa pratica non è illegale ma l’ASPCA condanna apertamente il procedimento, perché non è consono con le esigenze di Fido. In particolare se non è un mezzo per identificarlo regolarmente, ma serve solo a garantire la gioia e il divertimento del proprietario, trascurando il benessere del cane.

Chris Torres, capo di Mistah e leggenda incontrastata tra i tatuatori, ha preso le distanze dal gesto sottolineando che non è accaduto nel suo negozio e che ciò che i dipendenti fanno fuori dall’orario lavorativo non lo riguarda. Emily Patterson-Kane, dell’American Veterinary Medical Association, sottolinea che un tatuaggio può non rivelarsi dannoso per la cute di Fido. Di sicuro ciò che osserva la categoria dei veterinari, quella a cui appartiene, è se una procedura è necessaria o meno per il benessere dell’animale.

La foto ha scatenato l’indignazione degli utenti di Instagram, ma anche del Web, che si sono scagliati contro il giovane avanzando anche delle minacce. In molti richiedono che il cane gli venga sottratto a affidato a nuove cure, così da impedire che la pratica venga replicata nuovamente.

7 marzo 2014
Fonte:
I vostri commenti
Roby1747, venerdì 7 marzo 2014 alle13:07 ha scritto: rispondi »

e... sono completamente d'accordo con chi contesta il gesto! Magari anni fa poteva servire per l'identificazione del cane; oggi esistono i microchip (obbligatori per legge) che, applicati da un Veterinario qualificato, NON generano traumi , non creano rischio d'infezioni, e non rendono l'animale ridicolo, per il piacere del Padrone! Posso solo consigliare a "Quel Signore"(sic!) di tatuarsi LUI la scritta " Stupido" o similare sull'Ucc..(si, avete capito bene: proprio LA), così ogni volta che fa plin,plin se ne ricorda! p.s.: personalmente non approvo i tatuaggi nemmeno sugli esseri Umani, salvo che per ataviche necessità tribali d'identificazione, ma... sul proprio corpo ciascuno ha diritto di fare ciò che gli pare, non credete?

sbalordito, venerdì 7 marzo 2014 alle13:05 ha scritto: rispondi »

Quando l'idea del possesso è senza limiti !

Lascia un commento