Cane solo in casa a Capodanno: consigli

La notte di Capodanno è ormai vicinissima: tra poche ore, in molti festeggeranno con gli amici e le persone care l’arrivo del nuovo anno. Eppure, nonostante le campagne di sensibilizzazione condotte da diverso tempo a questa parte, ancora diffusa è l’abitudine dei botti. Una forma di celebrazione, rumorosa e fastidiosa, che potrebbe generare non poco stress nel cane domestico, spaventato dagli improvvisi fragori e dai lampi avvistati attraverso la finestra. Ma cosa fare quando, per ragioni improvvise, si è costretti a lasciare l’animale da solo in casa nelle ore centrali dei festeggiamenti?

Prima di cominciare, è bene sottolineare come il cane sia un animale particolarmente sensibile, sia ai rumori che alla lontananza dai proprietari, nelle situazioni di stress. È quindi del tutto sconsigliato lasciare il quadrupede solo in casa durante la notte di San Silvestro, poiché l’ansia provata potrebbe avere anche conseguenze importanti sulla sua salute. Le informazioni di seguito riportate, di carattere unicamente illustrativo, dovrebbero quindi essere considerate solo nei casi di improvvisa e grave emergenza, ovvero quando l’allontanamento è inevitabile.

Cane da solo in casa: cosa fare?

Così come già accennato, il cane è un animale che gestisce con molta fatica le situazioni di stress, soprattutto in assenza del supporto del suo proprietario. Identificandolo come il proprio capobranco, il quadrupede si sente smarrito senza le rassicurazioni del suo compagno umano, un fatto che potrebbe portare anche a conseguenze gravi per la sua salute. Per questo motivo, è necessario vagliare a fondo tutte le alternative possibili prima di giungere alla scelta di lasciare l’animale solo in casa a Capodanno, un fatto che dovrà costituire unicamente una scelta estrema in condizioni d’emergenza.

=> Scopri i pericoli per cani e gatti a Capodanno

È innanzitutto importante verificare la disponibilità da parte di una terza persona, si tratti di un amico pronto a passare la notte in compagnia del cane o, ancora, di un vicino di casa che verifichi con regolarità le condizioni dell’animale. In alternativa, si può pensare anche di approfittare di una pensione a ore: sono molte le strutture che, proprio in occasione di San Silvestro, offrono un accudimento continuo e in un ambiente protetto, per evitare all’amico quadrupede qualsiasi forma di stress.

Fatte queste considerazioni, e solo per assenze improvvise e non gestibili in altro modo, è doveroso predisporre l’abitazione affinché venga minimizzato il disturbo che proverrà dall’esterno. Sarà quindi necessario abbassare tutte le tapparelle e chiudere ogni persiana, per non esporre l’animale alla spaventosa visione di lampi e flash dovuti a petardi e fuochi artificiali. Se della luce dovesse comunque filtrare dalla finestra, si può ricorrere a una tenda pesante oppure a una coperta. Altrettanto indispensabile sarà minimizzare l’esposizione sonora, poiché il cane dispone di un udito molto sviluppato e i botti potrebbero quindi essere traumatici. Utile potrebbe essere un suono coprente, come la televisione accesa a volume abbastanza sostenuto, affinché i rumori esterni si confondano e l’animale conseguentemente si distragga. Ancora, in commercio esistono CD e file digitali contenenti registrazioni naturali oppure “white noise”, che possono risultare efficaci nel ridurre lo stress uditivo del quadrupede.

=> Scopri come abituare il cane ai botti di Capodanno

Importante è anche disporre di un ambiente adeguato, dedicando la stanza più lontana dalla strada al cane, adagiando cuccia, coperte, giocattoli, crocchette e acqua fresca. Se possibile, si dispongano anche stracci o traversine assorbenti, in caso il cane dovesse espletare i propri bisogni, anche spinto dalla situazione ansiogena. Porte e finestre dovranno poi risultare ben chiuse, per evitare che l’animale scappi. Se si ha la possibilità, approfittando anche dei piani illimitati ultimamente molto in voga, si potrà rimanere in contatto telefonico approfittando del vivavoce: udire proprio la voce del proprietario permetterà al cucciolo di casa di sentirsi maggiormente al sicure.

Come ampiamente ribadito, lasciare da solo il cane a Capodanno è una scelta per nulla indicata per le caratteristiche di questa specie, di conseguenza si faccia quanto nelle proprie possibilità affinché questa alternativa sia davvero solo l’ultima spiaggia.

31 dicembre 2017
Immagini:
Lascia un commento