Arriva dagli Stati Uniti una proposta che promette di rivoluzionare la formazione del personale veterinario, nonché di quello medico più in generale. Una compagnia specializzata in biotecnologie, infatti, ha presentato un cane completamente sintetico, in grado di riprodurre alla perfezione un esemplare in carne e ossa. In questo modo, si potrà rendere più semplice e sicura la fase della preparazione chirurgica per i professionisti del futuro.

SynDaver Labs, una società di Tampa in Florida, ha svelato da qualche giorno il suo SynDaver Syntethic Canine, un progetto accompagnato da una campagna di crowdfunding da 24 milioni di dollari. L’iniziativa si propone di sostituire il ricorso agli animali veri nella fase di formazione chirurgica dei professionisti veterinari, offrendo un modello sintetico dalle esatte caratteristiche. Tessuti, ossa, organi sono perfettamente riprodotti, sia nell’aspetto che nella consistenza, garantendo così un apprendimento privo di rischi per i cani.

La società spiega come il modello sia anatomicamente accurato e realistico: il tutto grazie a uno speciale tessuto, il SynTissue, capace di riprodurre le caratteristiche dei tessuti vivi. Inoltre, il modello riproduce fedelmente le principali funzioni vitali dell’animale, permettendo così ai formatori di personalizzare il training a seconda di specifiche patologie, dalle malattie croniche fino alle complicanze mediche dovute ai traumi. Il cane presenta inoltre un battito cardiaco, un sistema cardiocircolatorio e i tessuti sono irrorati di sangue sintetico, affinché fuoriesca quando vengono effettuati dei tagli chirurgici. Secondo i creatori, il modello è talmente accurato da permettere, sin da subito, il ricorso ad animali vivi e la loro successiva eutanasia. La decisione di rimettersi al crowdfunding per la produzione in larga scala, invece, nasce dalla volontà di assicurarne la più veloce adozione, riducendone così di parecchi anni la diffusione nelle facoltà di veterinaria.

9 giugno 2016
Fonte:
Lascia un commento