Una proprietaria statunitense ha potuto finalmente ricongiungersi con il suo amato cane, dopo che per un anno intero il quadrupede aveva fatto perdere le sue tracce. Una storia come tante, merito anche del microchip di identificazione, se non fosse per il luogo del ritrovamento. L’animale, infatti, è stato rintracciato a ben 1.700 chilometri dalla sua abitazione.

La vicenda ha inizio in Texas, dove lo scorso anno un paio di Pit Bull sono scomparsi dall’abitazione di JoeAnn Navarro, una donna sessantanovenne. Non abituati ad allontanarsi da casa, il primo sospetto balzato alla mente è stato il furto. E così potrebbe essere davvero stato, data anche l’incredibile distanza del ritrovamento. Uno dei due cani, infatti, è stato identificato in Indiana, a 1.700 km dalla cittadina originaria. L’animale, a quanto pare in buone condizioni, sarebbe già stato restituito alla legittima proprietaria.

A fare la straordinaria scoperta, e quindi a permettere questo ricongiungimento di cui ormai si erano perse le speranze, la divisione di Kokomo dell’Humane Society. Il cane sarebbe stato ritrovato a circa 40 chilometri da Indianapolis e, grazie alla scansione del microchip, i volontari sono potuti risalire alla famiglia di origine.

Non è dato sapere quali esperienze Blue, questo il nome dell’esemplare, abbia trascorso nell’ultimo anno. Appare altamente improbabile che il cane si possa essere allontanato spontaneamente, anche per l’importante tragitto percorso. L’ipotesi più probabile rimane quindi quella del furto, a cui sarebbe poi seguito un abbandono o la fuga da parte del quadrupede.

Non è la prima volta, tuttavia, che alcuni animali domestici vengano scovati a decine e centinaia di chilometri dalle loro abitazioni. Dalla tartaruga rinvenuta a 50 chilometri da casa, passando per il gatto pronto a percorrere più di 300 chilometri per ricongiungersi con la sua famiglia, la storia di Blue eguaglia a livello di record quella di un collega canino, rintracciato a ben 1.600 chilometri dalla sua cuccia originaria.

26 gennaio 2015
Lascia un commento