Il maltempo e la primavera in ritardo generano continui disagi, soprattutto nelle zone d’Italia più inclini ad alluvioni e smottamenti. È quello che è successo ieri a Genova, in via Ventotene, dove una frana ha fatto precipitare due auto in un dirupo. Una donna si è salvata per miracolo, grazie alla prontezza di riflessi del suo eroico cane.

>>Scopri il salvataggio degli animali durante il terremoto dell’Emilia Romagna

Come tutte le sere, la donna stava accompagnando il suo amico a quattro zampe per i consueti bisognini. Arrivati nei pressi di via Ventotene, una delle zone solitamente preferite dal cane, l’animale si è però rifiutato di proseguire e ha trascinato testardamente la proprietaria nella direzione stradale opposta.

Ha sentito qualcosa e mi ha portato via. Strano, perché lui la sera fa sempre i bisogni in quel punto.

Il fiuto straordinario del suo cane le ha salvato la vita, poco dopo infatti il crollo. Fortunatamente non ci sono vittime: trasportate dalla frana due automobili parcheggiate, prive di conducenti e passeggeri.

>>Scopri tutti gli animali salvati dal sisma emiliano

L’incredibile capacità con cui i cani prevedono calamità naturali è nota ormai da tempo e spesso impiegata proprio per arginare simili disagi. Durante il recente terremoto in Emilia Romagna, ad esempio, sono stati molti i proprietari ad aver notato un’inspiegabile irrequietezza del loro cane prima dell’arrivo della scossa sismica, segnalata con guaiti, un abbaiare nervoso e l’insistente ricerca di una via di fuga. Non solo eventi disastrosi, però: la capacità di fiutare e prevenire dell’amico a quattro zampe ha di recente fatto capolino all’interno degli ospedali, dove si sta sperimentando la capacità del cane di recepire gli stadi embrionali dei tumori, come quello alla vescica e alla prostata.

3 aprile 2013
Fonte:
Lascia un commento