Il cagnolino dal manto nero di nome Capone è diventato un piccolo eroe per la sua famiglia, ma anche per la comunità dove vive, che ha ammirato il suo coraggio. Il gruppo di casa a Des Moines, nello stato americano dello Iowa, ha adottato il quadrupede solo un anno fa. A portarlo a casa è stato il padre famiglia Isaac, che l’ha letteralmente salvato da una statale trafficata. L’uomo, che svolge il ruolo di camionista, ha accompagnato Capone presso la sua nuova dimora dove, ad attenderlo, c’erano ben dieci persone. L’uomo è sposato con Angela Fullmer, da cui ha avuto ben nove figli, dai 12 anni ai cinque mesi. Ma il lavoro lo porta spesso fuori casa e la donna si occupa del gruppo quasi da sola, con il supporto dei più grandi e, ovviamente, del quadrupede

Pochi giorni fa Angela aveva messo tutti a letto e si era appisolata accanto ad Atreyu, di cinque mesi, spossata dalle faccende domestiche e dall’ultima fatica: una laurea in Health Care Sdministration presso il Mercy College of Health Sciences. Ma all’improvviso Capone, che dorme sempre accanto ad Alexander – 10 anni – è balzato fuori dal letto, correndo da Angela per attirare la sua attenzione.

=> Scopri il cane che salva la famiglia dall’incendio


Dopo aver abbaiato ripetutamente, senza ascoltare le richieste di silenzio della donna, Capone si è diretto verso la cucina. La proprietaria, molto legata al cane, ha quindi deciso di assecondare l’animale e, entrando nella stanza, ha trovato la presa del microonde in fiamme. L’elettrodomestico, utilizzato poco prima per uno spuntino, aveva preso fuoco forse per un corto circuito.

=> Scopri il cane eroe degli incendi


Alla donna non è rimasto che il tempo di recuperare i bambini più piccoli e con l’aiuto di Landon – 12 anni – ha radunato tutto il resto della banda al di fuori della casa. Mentre l’abitazione veniva inghiottita dalla fiamme, Capone ha raggiunto tutti quanti presso il furgone di famiglia, dove il team ha fatto l’appello per constatare la presenza di tutti: Landon, Alexander, Jadzia, Ronan, Inara, Mezoti, Khaleesi, quindi ovviamente Mondecai, Atreyu e Angela. Rimasti senza più nulla sono stati ospitati da un albergo del posto, prima di trovare due appartamenti agibili dove trasferirsi. La comunità ha voluto creare una raccolta fondi ricoprendo la famiglia di beni di prima necessità, giochi, abiti e accessori vari. Capone, che non ha potuto seguirli in albergo, ha soggiornato da alcuni amici per tre giorni. Ma lo stress della separazione gli ha spento il sonno e la fame, ripristinate una volta che ha potuto riabbracciare tutti, in particolare Alexander. Ora l’animale è in lizza per l’American Humane Hero Dog Awards, la premiazione per il cane che si è maggiormente distinto con gesti e atti eroici.

10 maggio 2017
Lascia un commento