Dorrie Nuttall deve la vita di suo figlio alla prontezza del cane di casa, il Labrador Jedi, in grado di avvertire i livelli di glucosio nel sangue. Il figlio Luke di 7 anni è diabetico dall’età di due anni, ed è l’unico dell’intera famiglia a soffrire questo tipo di patologia. La malattia in età infantile spesso viene diagnosticata tardivamente oppure curata nel modo meno adeguato. Ma sin dal momento della sua scoperta al piccolo è stato affiancato un sistema di monitoraggio costante, con macchinari che allertano se il glucosio cambia valori in modo troppo drastico. Però a fare la differenza è proprio Jedi che è stato addestrato appositamente sin dalla più tenera età, quindi è in grado di avvertire anche i minimi sbalzi fisiologici.

Recentemente il cane ha confermato il suo incredibile valore: mentre tutta la famiglia dormiva tranquillamente, il piccolo Luke ha subito un picco glicemico negativo. Ma nessuno dei meccanismi di allarme purtroppo è scattato in automatico, impedendo un intervento rapido. Jedi, annusato il pericolo, è balzato sul letto della donna muovendola per svegliarla dal sonno. Compresa la situazione Dorrie ha misurato la glicemia al figlio rivelando un valore molto basso, ovvero 57 mg/dl al di sotto della soglia minima. Grazie al quadrupede la situazione si è subito ristabilita, la madre ha potuto riportare i livelli a valori più consoni.

Jedi è stato educato appositamente per affiancare Luke e ora, dopo 5 anni di convivenza, aiuta la madre portandole la strumentazione in base alla situazione. Non solo perché il cane, oltre al ruolo di infermiere, segue il bambino in ogni suo spostamento sia durante i momenti di svago che quelli scolastici. Indossa una pettorina apposita mentre il piccolo ha sempre al suo fianco una borsa attrezzata. Ma principalmente per Luke il cane è un amico fondamentale che lo protegge durante i momenti di ansia e paura da diabete, rasserenandolo con la sua presenza in ogni occasione.

9 marzo 2016
Fonte:
Lascia un commento