Brutta avventura quella vissuta dal piccolo Riley Gedge-Duffy, il quale deve la sua vita e la sua sopravvivenza al cane di casa Teddy, un esemplare di Cockapoo. Il bambino vive con la numerosa famiglia a Bangor, una città dell’Irlanda del Nord, situata nella Contea di Down. Mentre giocava è finito all’interno dell’asciugatrice, spinto dalla curiosità e del formato maxi. L’elettrodomestico deve svolgere il suo compito per sei persone, per questo motivo le sue misure sono più grandi. Riley, di soli cinque anni e mezzo e forse attirato dall’oggetto e dall’apertura, ha deciso di varcare lo sportello entrando nel macchinario, che si è avviato automaticamente. Una condizione di vero disagio e dolore, che il cane di casa ha prontamente interpretato come pericolosa, cercando di avvisare tutti i membri della famiglia.

Iniziando ad abbaiare per tutta la casa, correndo per le stanze, Teddy ha diretto la madre verso l’asciugatrice. La donna, intenta a passare la lucidatrice, era del tutto ignara dell’accaduto ma aveva compreso ci fosse qualche anomalia. Raggiunto il macchinario si è subito accorta della presenza di qualcosa di troppo grosso dentro l’elettrodomestico, buio al suo interno, e dopo averlo bloccato ha subito estratto il piccolo, che aveva già riportato scottature su braccia, schiena e testa. Il padre Aaron Duffy, giunto dopo pochi secondi, ha aiutando la donna nel tentativo di rinfrescare il piccolo chiamando al contempo i soccorsi.

=> Scopri tutto sul Cockapoo


Il personale paramedico ha confermato l’importanza del gesto del cane: se avessero tardato solo di qualche minuto il bambino sarebbe di certo morto soffocato. Riley, che soffre della sindrome di Down, ama cercare spazi tranquilli e riparati per dedicarsi ai suoi giochi ma non conosce il pericolo. Per fortuna, dopo una serie di esami e qualche livido, è tornato a casa sano e salvo. Teddy, che presto verrà premiato con una bistecca di filetto, non è nuovo a questo genere di avvertimenti. A quanto are è un cane molto intelligente e attento, in un’altra occasione ha allertato la famiglia della presenza di un incendio: un cellulare stava prendendo letteralmente fuoco.

16 novembre 2016
Lascia un commento