Una passeggiata durata sette lunghissimi anni e un ritrovamento a 1.800 miglia di distanza: è ciò che è accaduto a Reese, un tenero cagnolino di razza Maltese. Il piccolo, originario del Texas, è stato recuperato settimana scorso mentre vagava nei pressi di Tacoma, nello stato di Washington. Una notizia incredibile che ha illuminato nuovamente la famiglia del cane. La proprietaria, Dinah Miller, è stata contattata da un veterinario di Tacoma dove il cane era stato condotto dopo il ritrovamento in strada. Controllata la presenza del chip è emerso che il cane era di proprietà, per di più smarrito sette anni prima.

La donna e la sua famiglia non comprendono cosa possa essere accaduto, come un cane così piccino possa essere finito a 1800 miglia di distanza. Sette anni prima l’animale era sparito nel nulla, ma non erano servite le ricerche certosine e il passaparola. Di lui si erano perse misteriosamente le tracce. Anni e anni di lontananza, un’assenza che aveva pesato sulla famiglia che non aveva mai smesso di cercare il piccolo amico. La telefonata del ritrovamento ha però squarciato la nube di silenzio che circondava l’animale, riportando la gioia nella vita di Dinah Miller.

Grazie al supporto di un gruppo di volontari e alla compagnia aerea United Airlines, il cane ha potuto viaggiare sull’aereo, direzione Texas, per riabbracciare la sua proprietaria. Le immagini del viaggio in macchina fino all’aeroporto hanno fatto il giro del mondo, accanto a quelle del ricongiungimento con la famiglia d’origine. Reese, liberato dal trasportino, si è lanciato tra le braccia di Dinah. Ma le note fosche non mancano, ora una seconda famiglia di Tacoma ne reclama la proprietà, sottolineando di aver adottato il cane presso un rifugio di zona ben sei anni fa. Il cane ribattezzato Hurley, era fuggito dalla loro casa gettando nel panico la figlia più piccola. Nonostante le richieste, Dinah Miller non vuole più separarsi dal suo amato cane.

24 luglio 2014
Fonte:
Lascia un commento