Una storia incredibile quella vissuta dalla cagnolina Murphy, un esemplare di Golden Retriever, ritrovata dalla famiglia d’origine dopo due anni di assenza. Il quadrupede era in campeggio con i proprietari Nathan e Erin Braun presso la Tahoe National Forest, quando alcuni spari improvvisi l’avevano spaventata costringendola alla fuga nei boschi. Dall’ottobre del 2012 la coppia aveva battuto tutta la zona con il supporto dello staff del campeggio, affiggendo volantini e sfruttando Facebook per il passaparola. Ma del cane di 5 anni di età nessuna traccia, come se si fosse volatilizzato nel nulla.

Vane le ricerche e i tentativi di volantinaggio, di Murphy si erano perse le tracce. Ma grazie alla vista attenta di un campeggiatore, un cane molto simile era stavo avvistato presso il French Meadows Reservoir, ovvero a 5 chilometri dal luogo della fuga. Riscontrate alcune similitudini, la famiglia era stata subito allertata, quindi i Braun avevano deciso per sistemare nei paraggi una vecchia branda di Murphy e alcuni indumenti appartenenti alla cagnolina. Composto il tutto con cura, alla coppia non era rimasto che aspettare.

La piccola di Golden Retriever aveva riconosciuto i propri odori familiari e aveva deciso per riposare sulla branda, forse serena per aver ricomposto una parte del suo passato. Una settimana era durata l’attesa per la famiglia Braun, per riabbracciare finalmente la fuggiasca. Ora il nucleo familiare si è ricomposto, la piccola cagnolina finalmente può dormire serena al sicuro della sua casa. I due lunghi anni di randagismo hanno inciso sul suo corpo che è apparso molto più magro e debole. Ma la famiglia è pronta a farle recuperare il peso mancante, oltre alla serenità persa.

Nathan e Erin Braun sono al settimo cielo, definiscono l’incontro un vero miracolo. In particolare le capacità di sopravvivenza all’interno di un bosco, senza grandi possibilità alimentari. Dopo 20 mesi di solitudine, ora la cagnolina può godersi il calore e l’affetto della sua famiglia, al sicuro dai pericoli della vita randagia.

25 giugno 2014
Fonte:
Lascia un commento