Brutta disavventura per un cane di razza Staffordshire Terrier, trovato sopra un albero con un ramo conficcato nella coscia. L’animale, finito nella zona paludosa di Wadmalaw Island nella Carolina del Sud, ha abbaiato senza sosta per 24 ore prima che un abitante, attirato dal lamento costante, si accorgesse di lui attraversando l’intera palude. Giunto sul posto la sorpresa dell’uomo è stata incredibile: il cane penzolava a testa in giù dall’albero, a circa 5 metri di altezza, con una parte di ramo conficcata nel fianco.

Questo appiglio doloroso, a rischio lacerazione, è stato motivo di blocco per la corsa del cane che, se non fosse stato scoperto grazie alla sua caparbietà, sarebbe di certo deceduto. Secondo gli agenti intervenuti e lo staff della Charleston Animal Society, il quadrupede probabilmente stava rincorrendo qualche animale selvatico, finendo per sbaglio nella zona paludosa della città. La corsa deve essere proseguita sugli alberi ma, a differenza della preda, il cane è rimasto vittima di un ramo appuntito che l’ha fermato e trafitto.

Tratto in salvo e condotto in barella fuori dalla palude, lo Staffordshire terrier è stato subito condotto presso il centro di soccorso, dove ha ricevuto le cure e un trattamento liquido per endovena. L’animale infatti è sotto flebo e con un catetere, mentre le sue condizioni sono sotto osservazione costante e il veterinario sta cercando di contattare i proprietari grazie alla presenza del microchip. La perforazione piuttosto profonda non ha però intaccato organi vitali, come l’intestino e lo stomaco. L’animale è sotto controllo costante, gli vengono somministrati antibiotici e tutte le cure necessarie per abbattere le probabilità d’infezione. Il centro, che sopravvive grazie alle donazioni, ha potuto curare l’esemplare proprio con un piccolo fondo creato per situazioni di emergenza. Gli agenti stanno comunque indagando, ma escludono un’origine dolosa.

7 maggio 2015
Fonte:
Lascia un commento