Cane in rifugio dorme in una scatola perché spaventato

Grande, grosso e forte, ma al contempo bisognoso di amore e sicurezza. È quello che cerca ogni notte Captain, un molosso dal manto nero con macchie bianche. Il cane è ospite del Detroit Dog Rescue, un centro che si occupa del benessere e della salute degli esemplari recuperati per strada. Spesso vittime della brutalità umana, della povertà o del mero e crudele abbandono. Captain è uno di loro che, diversi mesi fa, venne individuato per le strade di Detroit in cerca di riparo e cibo. Visibilmente denutrito, affamato, sporco e malato, il povero cagnolone indossava un collare rosso, ma viveva da randagio. Kristina Millman-Rinaldi, a capo dell’associazione, ha subito provveduto a trarlo in salvo presso il rifugio.

Dallo scorso novembre il quadrupede ha trovato nel DDR un luogo di accoglienza ricco di amore, ma anche un posto dove seguire un corso educativo con rinforzi positivi. Un modo per sconfiggere il passato, abbracciando un nuovo percorso. Captain segue cure specifiche per contrastare una forma di filaria che ha attaccato il suo cuore, ma ciò che il gruppo non riesce ad accantonare sono le sue scelte per il riposo.

=> Scopri l’American Pit Bull Terrier


Nonostante possa godere di coperte, materassi, brandine e luoghi comodi, il cane sceglie sempre lo stesso riparo. Una scatola di cartone rotta, dove si acciambella per cercare conforto. Una forma mentale di protezione che lo tiene al sicuro dal dolore del passato e, benché Kristina e il team non sappiano cosa abbia sofferto, il gruppo ce la mette tutta per scacciare i fantasmi che lo affliggono.

=> Scopri il cane trovato in una scatola


Per lui lo staff cerca una famiglia paziente e amorevole, che lo aiuti a sentirsi protetto e accolto. Così che non debba più far ricorso alla scatola di cartone, quella che per lui è stata una casa per lungo tempo. Un riparo nel mezzo della solitudine della vita randagia.

14 settembre 2017
Lascia un commento