Un video rilasciato di recente in Rete svela quanta sensibilità e quanto amore possano dimostrare i cani. Protagonisti sono due esemplari di media taglia, randagi, probabilmente di casa in qualche città non meglio identificata del Regno Unito. Uno dei due giace a terra senza vita, dopo essere stato investito da un’automobile, mentre il suo compagno cerca disperatamente di rianimarlo.

Pubblicato su LiveLeak da un conducente di un camion, il video è immediatamente divenuto virale. Le immagini sono strazianti: un cagnolino disperato, che non vuole proprio arrendersi alla scomparsa del suo amico di giochi.

Il filmato mostra il primo esemplare steso a bordo della strada, ormai senza vita. Al suo fianco un cagnolino di colore nero, pronto a non arrendersi. Prima cerca di risvegliare il compagno colpendolo freneticamente con le zampette, poi ne copre il cadavere con il proprio corpo quasi volesse scaldarlo. E infine l’abbaiare insistente, forse una disperata richiesta d’aiuto per un animale che purtroppo non potrà essere salvato.

Non è la prima volta che in Rete vengono diffusi simili video, che dimostrano non solo l’incredibile capacità dei cani di riconoscere gli affetti, ma anche di avvertire il pericolo e di comprendere il dolore della perdita. Gli animali in questione sono consapevoli dell’incidente accaduto, capiscono di aver perso un compagno di gioco, ma non si arrendono all’evidenza della morte nella speranza che qualcuno accorra in loro soccorso. Nel 2012, ad esempio, un filmato proveniente dalla Cina fece il giro del mondo: un cane seduto a fianco della compagna deceduta, nel bel mezzo di una strada ad alto scorrimento, deciso a non volerne abbandonare il cadavere. E sempre dalla Cina arriva la storia di un randagio ferito dallo scontro con un automobile, tratto in salvo da un coraggioso consanguineo, pronto ad attraversare entrambi i sensi di marcia pur di trascinare il cane investito a bordo strada. Una prova di fedeltà che non riguarda solo lo scambio fra simili, ma anche gli umani: si ricorderà di certo come lo scorso novembre un Labrador non abbia esitato un istante a gettarsi sui binari della metropolitana di New York, pur di salvare il proprietario non vedente.

14 febbraio 2014
Via:
Immagini:
I vostri commenti
Roby, venerdì 14 febbraio 2014 alle22:28 ha scritto: rispondi »

Se non fosse per il mio credo.

Lascia un commento