Nonostante da decenni cani e gatti vengano considerati dai proprietari come membri ufficiali della famiglia, anche nel mondo occidentale non trova tregua la piaga del randagismo. Nel Regno Unito, dove da tempo la situazione viene profondamente monitorata, nel corso dell’ultimo anno si è verificata una vera e propria crisi: un cane randagio sarebbe catturato ogni 10 minuti. Si parla di quasi 70.000 esemplari in un’anno, non tutti purtroppo ricongiunti con i legittimi proprietari. Delle cifre che fanno preoccupare l’intera Europa, non solo Oltremanica, dove si ipotizza le stime possano essere del tutto analoghe.

Lo scorso anno, le municipalità inglese e le associazioni dedite alla salvaguardia degli animali hanno recuperato ben 66,247 cani randagi. Le cifre sono state raccolte e sommate dalla ricerca condotta da Direct Line Pet Insurance, per dimostrare come il fenomeno dell’abbandono sia ancora ben elevato nel Regno Unito. Di questi, circa la metà è stata fortunatamente riconsegnata ai legittimi proprietari, 15.000 sono stati affidati a nuove famiglie e, purtroppo, 4.231 non hanno potuto sottrarsi alla soppressione, sia per questioni d’età che di salute.

Delle cifre che dovrebbero fare certamente riflettere, anche in vista del Natale, quando molti cuccioli vengono regalati senza una riflessione profonda sulle loro esigenze. Così come ricorda Madeline Pike dalle pagine dell’Express, infermiera veterinaria per Direct Line Pet Insurance, un cane è per sempre e non solo per Natale.

Le cifre parlano da sole: 66.247 cani randagi sono stati catturati lo scorso anno nel Regno Unito, è un ammontare sconcertante. Mentre è incoraggiante vedere come la maggior parte sia riunita con i proprietari o in una nuova casa, la realtà è che molti finiscono soppressi. Abbiamo la responsabilità di assicurare siamo in grado di accudire i nostri cani, evitando che finiscano a vagabondare per strada. Invitiamo chiunque stia considerando di comprare un cane per sé o per altri durante questo Natale, di pensare accuratamente e di assicurarsi di essere in grado di potersene occupare.

Sempre Oltremanica, la razza più vittima del randagismo è quella degli Staffordshire Bull Terrier, seguiti dai meticci, dai Pit Bull e dai Jack Russell.

10 dicembre 2015
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento