Una chiamata anonima ha allertato gli agenti del Darlington County Sheriff’s Office, nella Carolina del Sud, della presenza di un cane abbandonato con testa e muso bloccato dal nastro adesivo. Gli ufficiali si sono quindi mossi celermente alla ricerca del quadrupede, imbattendosi in un animale dall’aria sconsolata e triste. Per precauzione, l’animale di sesso femminile è stato avvicinato con cautela, ma non ha dimostrato nessun tipo di reazione negativa. Piuttosto si è abbandonata fiduciosa tra le mani del personale di servizio, che l’ha liberata dalla terribile costrizione. Come mostrano le immagini pubblicate sulla pagina Facebook dell’Ufficio dello Sceriffo, la cagnolina dal manto nero aveva il nastro adesivo fissato con diversi giri intorno al muso, quindi bloccato sulla testa. In questo modo non avrebbe potuto accedere a acqua e cibo, morendo probabilmente di fame e sete.

Condotta dal veterinario, la cagnolina è stata liberata dall’adesivo, mostrandosi in tutta la sua dolcezza. A dispetto dell’abuso subito ha riempito di feste e affetto il personale della struttura, quindi ovviamente i suoi salvatori.

Ribattezzata Aurora dagli operatori sanitari, la piccola di razza Gran Danese è una probabile vittima di un abbandono crudele, per questo gli agenti di polizia stanno cercando di identificare il suo proprietario o presunto tale. Non si conoscono le dinamiche reali del suo stato e perché sia stata trovata in quelle condizioni. Ipoteticamente potrebbe essere stata anche vittima di un furto oppure di uno smarrimento, quindi capitata tra le mani di qualche persona con pochi scrupoli. Anche se la pista dell’abbandono rimane quella più concreta, e per il momento le indagini proseguono nella speranza di fare presto luce sulla situazione.

La gentile e delicata Aurora, che si presume possa avere circa 4 anni, è sotto massima cura per alcune infezioni e patologie scoperte al momento del suo salvataggio. Appena avrà recuperato forze ed energie, nel caso nessuno volesse reclamarla, verrà inserita nel circuito delle adozioni. Con un po’ di fortuna potrà voltare pagina e affidarsi a una famiglia più comprensiva e amorevole.

6 aprile 2016
Fonte:
Lascia un commento