Un’incredibile ondata di maltempo quella che ha investito lo stato americano del Texas, sommerso letteralmente dall’acqua prodotta dalle forti piogge. La caduta eccezionale ha causato inondazioni a catena che hanno costretto alla fuga gli abitanti, ma anche a vere e proprie evacuazioni lampo. Fino a ora dodici persone hanno perso la vita a causa delle terribili condizioni meteo, mentre gli ospiti di tre prigioni sono stati spostati in altre strutture protette. I danni sono numerosi, tra case sommerse e devastate dalla furia del tempo. Ma una condizione piuttosto costate ha colpito la popolazione locale, in particolare quella della cittadina di Rosenburg. La presenza di molti cani abbandonati, tanti dei quali ancora legati e quindi impossibilitati a mettersi in salvo.

Un team di soccorso in ricognizione tra le strade sommerse dall’acqua ha potuto scorgere la presenza di un cane in seria difficoltà. Il gruppo, operativo per lo Sceriffo Troy E. Nehls, ha potuto raggiungere la casa grazie all’utilizzo di un airboat, la classica barca a elica che può viaggiare sull’acqua. Secondo le testimonianze dei soccorritori, l’animale era ancora legato alla struttura del patio, mentre con fatica cercava di non soccombere all’acqua che ormai aveva sommerso completamente il suo corpo. Con solo la testa fuori dall’acquitrino melmoso, la cucciola stava per annegare. Le immagini del suo salvataggio sono state riprese da una TV locale e la foto del quadrupede tratto in salvo pubblicata sulla pagina Facebook dello sceriffo.

L’uomo ha promesso una visita ai suoi proprietari a fine inondazione, per mettere in chiaro le dinamiche che hanno portato al gesto crudele. Ora la cucciola spaventata è stata affidata alla Houston Humane Society, che si sta prendendo cura della sua salute emotiva e fisica. Ribattezzata Archer in onore del suo salvatore, è stata visitata, lavata e nutrita e presto verrà inserita in un percorso di adozione. Ma lei non è l’unico cane trovato in queste condizioni, lo stesso giorno del suo salvataggio altri cinque quadrupedi sono stati recuperati in situazioni simili.

6 giugno 2016
Fonte:
Lascia un commento