Arrivano rassicuranti aggiornamenti sul conto di Figo, il cane guida pronto a gettarsi contro un autobus in corsa pur di salvare la proprietaria non vedente. Oltre a buone condizioni di salute e una vicina guarigione, sembra che un benefattore anonimo si sia offerto di pagare le cure veterinarie necessarie al quadrupede. Un gesto di solidarietà importante, per un amico a quattro zampe già definito un eroe nazionale dai media a stelle e strisce.

La vicenda è ormai ben nota: Figo, un esemplare di Golden Retriever di 8 anni, nella giornata di lunedì ha salvato la proprietaria dallo scontro con un autobus. Il tutto è avvenuto in una cittadina nei pressi di New York, quando la proprietaria non vedente si è improvvisamente sporta su un incrocio trafficato, rischiando così un incidente. Senza alcuna remora, il cane si è coraggiosamente lanciato di fronte al veicolo in corsa, evitando così conseguenze estremamente gravi alla donna. Per l’animale ferite e fratture alle zampe, rimaste bloccate sotto la ruota del mezzo. Giunti i soccorsi, il fedele esemplare è stato trasportato presso il centro Middlebranch Veterinary di Southeast, dove ha già recuperato grinta ed energia.

Secondo quanto riporta USA Today, un anonimo benefattore si sarebbe recato ieri presso il centro veterinario, per pagare le spese relative alle cure del cane, tra cui un intervento chirurgico. Un regalo inatteso, anche per la proprietaria Audrey Stone, al momento ricoverata in un altro ospedale per alcune fratture dovute all’incidente. Impatto che avrebbe avuto conseguenze ben più gravi, se Figo non fosse prontamente intervenuto in sua difesa.

Nel frattempo dai veterinari giungo informazioni sullo stato dell’eroico quadrupede: il cane è ora sotto antibiotici e la sua guarigione dovrebbe essere relativamente breve. Le ferite dovrebbero rimarginarsi in un paio di settimane, mentre le fratture dovrebbero risolversi tra il mese e le sei settimane. Anche lontano dalla proprietaria, sembra che il Golden Retriever si stia comportando egregiamente, sopportando le bende sulle zampe e seguendo tutte le istruzioni impartite dai medici. Fortunatamente l’animale Figo dovrà indossare un fastidioso cono, poiché ben tollera i punti di sutura.

11 giugno 2015
Fonte:
Lascia un commento