Un cane di razza Pit Bull è stato in questi giorni protagonista sia di un atto di violenza che di un vero e proprio miracolo. Gettato dai proprietari da un ponte di Brooklyn, l’esemplare è sopravvissuto allo schianto ed è stato tratto in salvo da alcuni passanti. Le sue condizioni sono ora preoccupanti, ma comunque stabili.

Il tutto è avvenuto sulla Brooklyn-Queens Express (BQE), una strada per la gran parte sopraelevata e a scorrimento veloce in quel di New York. A rinvenire il cane un passante che, notando una sagoma sospetta a circa una quindicina di metri dalla sua automobile, è sceso per verificare non si trattasse di un uomo. Con sua sorpresa, il Pit Bull steso su un lato: dolorante, immobile ma vivo.

L’animale sarebbe caduto da oltre 10 metri d’altezza e, incredibilmente, è sopravvissuto al colpo. È molto difficile il cane si sia ferito da solo, perché fuggito da casa o randagio, considerando come il ponte sopraelevato in questione sia accessibile solo in automobile. Il timore, di conseguenza, è che qualcuno se ne sia voluto sbarazzare in uno dei modi più crudeli possibili. Grazie all’aiuto di altri passati il Pit Bull, sanguinante, è stato sollevato e trasportato in un vicino centro veterinario. Stando ad alcuni report sulla stampa locale, anche alcuni ufficiali di polizia sarebbero intervenuti sul posto, ma il gruppo di cittadini riuniti ha optato per un trasporto privato per evitare il quattro zampe venisse portato in una struttura per l’immediata soppressione.

La clinica che ha l’animale in cura, il Veterinary Emergency & Referral Group di Cobble Hill, fa sapere come le condizioni del cane siano preoccupanti, ma fortunatamente stabili. Il Pit Bull, ribattezzato Meeker, ha subito ferite al torace, la perforazione di un polmone e la frattura di una zampa anteriore. Respira senza troppi indugi e si spera possa al più presto rimettersi. Al momento, non è dato sapere a che punto siano le indagini sul caso, utili per determinare vi sia stato o meno un abuso sul quadrupede.

31 luglio 2014
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento